Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 22 mar – “Buonasera ragazzi, come state? Io son qua che ho appena rubato il vaccino a Draghi”. Andrea Scanzi inizia così la sua diretta Facebook di ieri, “in risposta a quei casi umani che straparlano della mia vaccinazione”. Già, chiunque osa chiedergli delucidazioni sulla sua vaccinazione, sbandierata ai quattro venti come atto coraggiosissimo, il giornalista del Fatto lo bolla come “caso umano”. Ma dov’era ieri il caregiver Scanzi mentre ci dava allegramente dei poveri coglioni? “All’Hotel Palace di Merano, dove l’opinionista per mancanza di opinioni va ogni anno a fare una settimana di “detox rigoroso”. Il caregiver ha mollato i genitori fragili è se n’è andato in un’altra regione, naturalmente per motivi di salute (come no)”. E’ quanto rivelato da Dagospia, che pubblica le foto dell’hotel di Merano.

Ringraziate Scanzi, maleducati

Nessun problema, intendiamoci, Scanzi potrà pure andare dove cappero vuole a passare le sue giornate. Certo, dopo essersi presentato come caregiver (ovvero “colui che si prende cura” di qualcuno), viene proprio da pensare che ieri stesse curando se stesso più che i genitori fragili. Ma il giornalista aretino avrà senz’altro una pronta risposta anche a questo, in cui probabilmente ci darà degli stronzi imbecilli. Perché nonostante sia riuscito ad accedere a una lista invisibile su Internet ai comuni mortali (casi umani ça va sans dire), semplicemente contattando il proprio medico curante, ha pure il coraggio di “incazzarsi”.

“Dopo il mio post la ASL della mia zona – scrive Scanzi su Facebook – ha finalmente messo anche online (era ora!) la lista dei “panchinari del vaccino”. E le prenotazioni sono esplose. Tutto questo è accaduto anche grazie a me. Non dico che per questo vorrei un encomio, per carità: mi basterebbe un ‘grazie’ (e da moltissimi è arrivato). O anche solo non essere trattato da serial killer”. Non lo avete ancora ringraziato? Ingrati maleducati che non siete altro. E’ “anche” grazie a lui se adesso potete accedere alla lista dei “panchinari del vaccino”. In effetti, che curiosa casualità, la Usl Toscana Sud Est l’ha tirata fuori il giorno successivo alla vaccinazione di Scanzi. Come mai prima, sul sito, non c’era? Mistero gaudioso.

Parcheggi e scuse mancate

La “rockstar del giornalismo italiano” non riesce a capacitarsi che i comuni mortali non lo acclamino come salvatore della patria. “Che non aspettassero altro i giornalisti falliti, le comari del nulla, i fascisti, i renzini e i professionisti del paraculismo travestiti da maestri del giornalismo, ci sta. Fa parte del gioco. Ma che a unirsi al coro siano anche certi finti amici, o gente che fino al giorno prima mi chiedeva di fare una foto insieme per raccattare qualche voto o like in più, mi fa vomitare il giusto. Mi pare davvero tutto eccessivo. Sadico. Carognesco”. Tutti brutti e cattivi, tutti contro il povero Scanzi. A proposito di gesti poco carini e disdicevoli, perché nel frattempo Scanzi non coglie l’occasione per mettere a tacere le malelingue e scusarsi per aver occupato due posti riservati ai disabili con la su Bmw? E’ un triste episodio che rivelammo proprio su questo giornale. E che “Sua Riservatezza” non ha ancora chiarito.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta