Roma, 24 gen — Una serie di manifestazioni in tutte le principali piazze italiane — da Roma a Milano, da Napoli a Bolzano passando per le Isole — in programma per sabato 29 gennaio: così CasaPound Italia, unica forza politica ad essersi schierata apertamente contro le politiche dell’attuale governo, chiederà le dimissioni del premier Mario Draghi. A Roma la manifestazione si terrà in piazza Ugo La Malfa dalle 16.00. L’elenco completo delle città in cui sarà possibile manifestare è disponibile sulla pagina Facebook del movimento e sul canale Telegram.

CasaPound Italia scende in piazza contro Draghi

«Dopo lo sgombero del Circolo Futurista di Roma — una chiara ritorsione per le nostre proteste contro Draghi — rilanciamo la nostra ferma opposizione alle politiche dell’attuale governo con manifestazioni in ogni parte d’Italia», fa sapere nel corso di una diretta Facebook Luca Marsella. «Lo facciamo noi perché nell’arco costituzionale non esiste un solo partito che abbia il coraggio di fare una vera opposizione, di alzare la voce nei confronti dell’attuale presidente del Consiglio, un liquidatore che persegue logiche sovranazionali, che fa gli interessi di banche e multinazionali».

Un governo indegno

«Draghi vattene», è questo lo slogan lanciato dal movimento delle tartarughe frecciate. «L’ultimo dpcm, con restrizioni vergognose che vanno a colpire i cittadini, dimostra che questo governo non è degno di guidare il Paese — si legge in una nota di CasaPound Italia. — Invece di trovare soluzioni concrete, Draghi preferisce colpevolizzare una parte di cittadini che legittimamente sceglie di non vaccinarsi, impedendo loro l’accesso a servizi indispensabili». Una vera e propria «apartheid vaccinale» che non ha precedenti nella storia del Paese. «È ora che i cittadini dicano basta. Noi lo faremo sabato 29 con manifestazioni organizzate in tutta Italia: la repressione del governo, che abbiamo toccato con mano con lo sgombero del Circolo Futurista di Casal Bertone, non ci fa paura. Noi saremo sempre marmo contro la loro palude e ci troveranno sempre in piedi a difendere questo Paese».

 

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

Commenta