Roma, 31 ago – Il peso dell’inflazione si abbatte sempre di più sulle famiglie italiane, secondo i dati preliminari dell’Istat durante il mese di agosto l’indice dei prezzi al consumo per la collettività ha registrato un aumento mensile dello 0,8%, raggiungendo un incredibile 8,4% in più rispetto l’anno precedente. Il livello raggiunto oggigiorno dall’inflazione non si toccava dal dicembre 1985, quando raggiunse un +8,8%. Questa spirale è innescata dall’aumento del costo dell’energia elettrica e del gas, i quali producono conseguentemente l’accelerazione dei prezzi dei beni energetici non regolamentati, degli alimentari lavorati e dei beni durevoli. Accelerano anche, sempre secondo i dati dell’Istat, l’inflazione di fondo, ovvero al netto degli energetici e degli alimentari freschi (da +4,1% a +4,4% ad agosto, non era così da maggio 1996 quando fu +4,7%) e l’inflazione al netto dei soli beni energetici (da +4,7% a +4,9%, non era così da aprile 1996).

L’aumento del costo dell’energia pesa sull’inflazione

Nello specifico, i prezzi dei beni energetici hanno visto una crescita quasi del +45% (a luglio 2022 era del +42,9%), in particolare hanno visto un significativo aumento i costi dei beni energetici non regolamentati, attestati su un +41,6%. Questa percentuale inflazionistica si traduce in una e vera propria stangata per le famiglie italiane, le quali sono costrette ad affrontare l’aumento costante del caro vita e un rincaro abnorme sui prezzi. Considerando la totalità dei consumi, è possibile calcolare una spesa annua per famiglia pari a +2.580 euro, che può raggiungere i +3.352 euro per un nucleo con due figli.

Emergenza nazionale per le famiglie

Lo scenario che si prospetta, nel quale ormai milioni di famiglie sono costrette a vivere, è quello di una reale emergenza nazionale che sta avendo e avrà effetti pesanti in ogni ambito. Il numero degli italiani in condizione di povertà assoluta aumenta sempre di più, soprattutto tra i minori, tutto questo senza nessuna reale soluzione da parte della politica.

Andrea Grieco

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

  1. Ogni tanto osservate la curva della inflazione nella Confederazione Helvetica (nei decenni sino ad oggi), povero giovane eurino già de cacca!

Commenta