Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 mar – Si può ancora ridere, ai tempi del coronavirus. E non stiamo parlando di quella satira forzata e villana alla Charlie Hebdo, che più che ridere fa solo incazzare. Né stiamo parlando dei bontemponi di Canal+, per cui Vauro, uno che non fa assolutamente ridere, ha rivendicato il «diritto alla cazzata». No, c’è un altro modo di far ridere e, quindi, di alleggerire il cuore. Lo ha dimostrato bene Matteo Brandi, giovane blogger sovranista che ieri ha diffuso un video che sta letteralmente impazzando sul web.



Una satira vincente

Il video è nato per Ammazzacaffè, «un format di interviste e dibattiti per digerire l’oggi e svegliare il domani», animato dallo stesso Brandi. Oltre a discussioni più serie, però, ogni tanto il giovane blogger si concede qualche brillante divertissement satirico. L’ultimo video, che sta riscuotendo un notevole successo, si presenta come un cinegiornale del Ventennio fascista. Ma, stavolta, non c’è Mussolini a dichiarare guerra a Francia e Gran Bretagna, bensì l’Unione europea che, con il suo esercito continentale, «la più potente armata che si sia mai vista su tutto l’orbe terracqueo», si appresta a marciare contro il «sultano» Erdogan.

Per Erdogan (e i sovranisti) non v’è scampo

Nel simpatico video, che si vuole prodotto, tra gli altri, da Open Society e Goldman Sachs, fanno capolino un po’ tutti i protagonisti dell’attuale Ue: dal «sobrio» Juncker al «napoleonico» Macron, dalla «teutonica lupa di mare» Carola Rackete ad Angela Merkel, «la cancelliera dalle terga d’acciaio». Non mancano neanche le sardine che, «forgiate da anni di Erasmus e aperitivi», sono pronte a dare il loro contributo all’esercito europeo. Insomma, ce n’è veramente per tutti, anche per papa Francesco, il Partito democratico, le lobby Lgbt e le squadre antifasciste animate da «boldriniana ardimenta». Due minuti e mezzo di risate assicurate.

Valerio Benedetti



La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta