Firenze, 3 dic – Non bastasse la spiaggia fascista di Chioggia – che nonostante la cagnara mediatica sollevata la scorsa estate ha visto il titolare venire assolto con formula piena – ora arriva il nuovo allarme: la bandiera nazista (o neonazista a seconda delle interpretazioni) in una caserma dei Carabinieri. Siamo a Firenze, la caserma (in realtà l’alloggio di un militare) è la Baldissera sul lungarno Guglielmo Pecori Giraldi e il video di questa presunta bandiera, diffuso dalla pagina Il Sito di Firenze, è immediatamente ripreso e amplificato da tutti i quotidiani italiani.

“Firenze, bandiera neonazista dentro la caserma dei carabinieri”, titola Repubblica. “Bandiera nazista in una caserma dei carabinieri di Firenze”, rilancia La Stampa. “Firenze, “bandiera nazista appesa nella caserma dei carabinieri”. La Pinotti: “Chiarimenti rapidi e misure rigorose””, chiosa Il Fatto Quotidiano. Ed ecco che la fake news targata repubblica è bell’e confezionata. Con codazzo di polemiche e vesti stracciate: da Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana che reputa “indecente che una bandiera neonazista sia esposta in una caserma dei carabinieri a Firenze”, al ministro della Difesa Pinotti che definisce “grave l’esposizione della bandiera nazifascista all’interno di una caserma dei carabinieri”, chiedendo “chiarimenti rapidi e provvedimenti rigorosi verso i responsabili di un gesto così vergognoso”.

Peccato che la bandiera nazista – o neonazista, o addirittura “simbolo – si legge – di gruppi neonazisti antisemiti” – sia tutto tranne che una bandiera nazista. A meno di non voler retrodatare – ma dalle parti delle redazioni e non solo devono avere qualche problema con la cronologia storica –  l’ascesa del partito nazionalsocialista fino ad inizio secolo. Perché quella bandiera, in realtà, è la bandiera della Kaiserliche Marine, la marina imperiale tedesca, creata dal kaiser Guglielmo II e in servizio dal 1871 fino alla sconfitta nella prima guerra mondiale. Siamo dunque ben lontani sia dal 1933 che, a voler essere generosi, anche dal Putsch di Monaco del 1923 quando Hitler si affacciò per la prima volta sulla scena politica di Germania. Un po’ troppo per associare la bandiera incriminata al nazismo o al neonazismo. Ma in tempi di fake news e di ministero della Verità, sembra bastino tre colori – un nero un bianco e un rosso – disposti in un qualche ordine per montare subito il caso. Anche se questo fa a pugni con la storia.

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

27 Commenti

  1. Hanno perso tutte le battaglie sulle cose concrete e si attaccano all’antifascismo e all’antinazismo. Cercano di distogliere l’attenzione della gente, che altrimenti è rivolta ai veri problemi: miseria, invasione di stranieri, ecc. Ieri notte ascoltavo RadioRaiUno, al giornale radio le notizie sono state: 1 – il viaggio all’estero di Bergoglio (i precedenti Papi erano menzionati pochissimo); 2 – la melma quotidiana su Trump; 3 – questa presunta bandiera nazista (che non è neanche nazista, e che se inizia a passare il messaggio che non si può più avere bandiere di qualsiasi tipo… siamo proprio messi male…). Purtroppo i media sono roba loro, ma non dobbiamo demordere, dobbiamo reagire, colpo su colpo.

  2. Ragazzi, prepariamo dei locali adibiti a manicomi, che tra non molto sapremo con chi riempirli. Ve li immaginate i vari inquisitori di stato (comunista) Boldrini, Pinotti, Fiano che gironzolano circospetti canticchiando: un nazista trallallà, due nazisti trallallà, tre nazisti trallallà……ah ah ah, ci rideremo su davanti a una buona birra.

  3. Faranno la fine dei topi questi miserabili comunisti stanno delirando li porteremo in africa su una nave dell ong

  4. In questo momento storico tutto si dovrebbe fare tranne dare addosso alle forze dell’ordine, che purtroppo giá hanno i loro enormi problemi trovandosi a dover compiere il proprio dovere con il rischio quotidiano di ritrovarsi indagati, in un paese in cui la maggior parte dei cittadini vivono nell’inciviltá e se la prendono con Polizia e CC quando vengono sanzionati per un’infrazione su un milione che fanno. In questo momento storico chi si arruola nelle forze dell’ordine è l’unico che ci sta mettendo la faccia per non farci cagare in testa da chi arriva e sputa sulla nostra Terra, mentre il popolo si è atrofizzato e rintanato nelle buche come i conigli. Nessuno è capace di farsi rispettare. Dovremmo prendere esempio dai Córsi, quella sí che è gente con le palle.

    • Forze dell’ ordine!!!! Genova non insegna niente? Il ragazzo di Ferrara ucciso perché aveva sorpreso una pattuglia a fare sesso in auto non ti dice niente? Le ragazze stuprate in un auto da due carabinieri durante il servizio non dice assolutamente niente? Sebbene sia un anticomunista convinto , sarò subito dichiarato un rosso, pazienza….io questi uomini in divisa li farei lavorare davvero!!!! Parlano di stipendi bassi…un maresciallo dei carabinieri che ha prestato servizio in una stazione di paese ed ha giocato a carte per trentacinque anni , va in pensione con 2300 euro al mese e cinque anni di scivolo. Le vergogne sono queste. Una volta dicevano che la divisa era il rifugio delle carogne. Non lo estendersi a tutti ma ad un buon 80 per cento si.

  5. Articolo abbastanza strano, oltre i titoli ti consiglio di leggere gli articoli che citi in quanto si dice che è una bandiera che i neonazisti usano. Quindi cosa c’entra le date che hai detto tu se si parla di gruppi moderni? Inoltre a me non sembra molto normale che in un alloggio di una caserma si possono esporre bandiere che simboleggiano reparti militari di altri stati, sarò strano io ma le forze dell’ordine mi danno la sensazione di regole così rigide che mi sembra strano sia possibile questa cosa. Credetemi importa poco cosa rappresenta quella bandiera, da più fastidio sapere che riguarda un altro stato, se gli piace tanto che vada in Germania e si faccia arruolare lì, un minimo di patriottismo è il minimo per chi ci deve proteggere.

    • Concordo in tutto, si sentono dei superuomini per il solo fatto che portano una divisa che li protegge e quasi sempre nasconde una profonda ignoranza morale e culturale.

  6. a prescindere da tutto, quello che lascia sbalorditi sono gli interventi lampo di ministri e parlamentari di condanna immediata e richiesta di sanzioni rigorose, tra l’altro pare che il tutto sia un finto problema. sarebbe auspicabile la stessa solerzia a condannare i casi di violenza alle donne che ormai da troppo tempo riempiono la cronaca, la mancata consegna delle case ai terremotati, la miseria di molti italiani.

  7. Propaganda sovietica all’attacco….i nostalgici del pcus, in mancanza di argomenti validi da proporre agli Italiani incazzati coi sinistri, s’inventano fantasmi nazi fascisti ad ogni angolo…’sti maledetti, che si fottano all’inferno….

  8. Questo è il tipico esempio di FAKE NEWS dei Mass Media (Rai ilcorrier, Respubblica, Huffpos e radicalchic vari…)
    allora diciamolo che quella non era una bandiera nazista, non era una bandiera del terzo reich.

    HANNO COSTRUITO A TAVOLINO UNA NOTIZIA FALSA A PROPRIO USO E CONSUMO,
    CERCANDO DI SALVARSI IN CALCIO D’ANGOLO…

  9. Si vergognino i giornalisti che hanno rilanciato la notizia di quel sito , spacciando per vero il fatto che il Carabiniere avrebbe usato una bandiera nazista. Quella era solo una bandiera prussiana dell’ottocento.

    VERGOGNA

  10. Mi hanno cancellato l articolo. Volete far scrivere solo quello che vi piace che venga letto. Buuuu

  11. Se nel mio lavoro commettono uno sbaglio…..rischio il licenziamento…e questi non rischiano mai nulla!!!!!!!!!

  12. se non fosse da piangere è così grottesco che ci sarebbe da ridere… nella follia ha preso sotto anche il povero kaiser, diventato nazista prima ancora che nascesse il nazismo.

  13. Ridicoli siete voi, dietro una tastierina siete capaci solo di commentare e criticare un lavoro che non conoscete neanche lontanamente. Per gli errori fatti ci sono stati i processi nei tribunali, e non venite a dirmi che le FF.O sono coperte dai magistrati , perchè giá so che nessuno dei commentatori di cui sopra si è mai letto una delle sentenze inerenti i fatti significativi. Ignoranti.
    Le posizioni si prendono quando a monte c’è un ragionamento, non un pregiudizio; ed in maniera distaccata ci si fa un’idea valutando precisamente come sono andate le cose. Siete pilotati dalla corrente del momento, non siete persone pensanti, fate comunque sempre parte di una tifoseria, in politica come nel calcio.

  14. Scusate eh, senza polemica, ma il nucleo tematico dell’articolo è quello della libertà di esporre simboli, e anche quello delle fake news, cosa c’entra la pensione dei carabinieri?

  15. Infatti si tratta non di una bandiera nazista ma di una bandera in uso a gruppi neonazisti! che è peggio se è per questo.
    Comunque andiamo a domandare al nome in codice baione perché teneva busto e quadro del signor Mussolini nel ufficio operativo (di guerra) di una caserma del esercito di Trani, guerra in testa forse?

      • Questo compagnia non ne aveva, dato che quando il capo di quella caserma delirò aprendosi una pizzeria nel suo ufficio! a prezzi da caserma… e la sera chi si portava le femmine in “pizzeria” suscitava il dibattito anche in chi vedeva entrare e uscire femmine da li,
        “o sono pidocchiosi che vogliono risparmiare… ma che devi essere per portarti ragazze la dentro…!”

  16. Tanto hanno fatto che lo sono diventati… un attimo, chi era così tirchio da portare delle ragazze la dentro… per risparmiare sulla pizzeria… 🙂

  17. … [Trackback]

    […] Read More here|Read More|Read More Informations here|There you can find 30179 more Informations|Informations to that Topic: ilprimatonazionale.it/cronaca/fake-news-bandiera-nazista-carabinieri-76450/ […]

Comments are closed.