Firenze, 24 gen — Un rumeno di vent’anni è finito in manette per essersi intrufolato al reparto di chirurgia dell’ospedale di Careggi (Firenze), con l’obiettivo di molestare sessualmente quante più pazienti inermi possibili. L’accusa è di violenza sessuale aggravata per il ragazzo che ha agito nella notte tra venerdì e sabato scorso. Fortunatamente il tempestivo intervento del personale della struttura e delle guardie giurate ha impedito che il maniaco potesse rivolgere le proprie morbose attenzioni su altre degenti. 

Rumeno si finge medico per molestare le pazienti

I fatti sono avvenuti intorno all’una di notte. Il rumeno si è introdotto di nascosto nel reparto di chirurgia e con la scusa di una visita ha furtivamente fatto il suo ingresso nella stanza di una degente. Poi l’avrebbe svegliata, spiegandole che le era stato dato incarico di visitarla. A quel punto ha preso ad accarezzarle una gamba, risalendo fino alle parti intime. La vittima, già colta dal dubbio che il ragazzo fosse effettivamente un medico — non indossava nemmeno il camice — ma resa inerme dalla degenza, si è messa a urlare.

L’arresto

Le grida hanno messo in allarme il personale infermieristico e una guardia giurata, che hanno intercettato e immobilizzato il molestatore. Di seguito hanno allertato le forze dell’ordine, che sono intervenute sul posto arrestando il rumeno. L’uomo dovrà rispondere di violenza sessuale, aggravata dalla minorata difesa della donna che in quel momento era impossibilitata a reagire e alzarsi da letto.
Ma non è tutto: secondo quanto riportato dalle cronache locali il giovane rumeno non si sarebbe limitato a molestare sessualmente la paziente: alcuni istanti prima dell’aggressione nel reparto di chirurgia, avrebbe tentato di aggredire anche l’infermiera di un altro reparto, strattonandola per un polso e tentando di trascinarla via con sé. Poi si sarebbe allontanato, verso la prossima vittima da molestare. 

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta