Firenze, 1 nov — A Firenze va in scena un altro edificante show del degrado, che vede come protagonista uno dei tanti immigrati gentilmente accolti e coccolati dall’amministrazione Nardella: accade così che in piazza Santa croce, il cuore del capoluogo toscano, nella notte tra sabato e domenica un senegalese di 24 anni ha scalato a mani nude la statua di Dante Alighieri. 



Firenze, senegalese si arrampica sulla statua di Dante

L’immigrato senegalese — in evidente stato di alterazione dovuto al probabile abuso di alcol o sostanze — dapprima si è arrampicato fino alla base della statua di Dante, di fronte a centinaia di residenti e turisti che transitavano nella piazza. Filmato con i cellulari da decine di testimoni (tanto che i video della sua «prodezza» sono finiti tutti in rete diventando immediatamente virali) si è esibito in una goffa quanto pericolosa danza, con il rischio di precipitare di sotto. Poi, non pago, si è arrampicato sulla statua fino ad arrivare in cima, per rimanere avvinghiato alla parte superiore del monumento, guardando letteralmente in faccia il Sommo Poeta.

L’intervento dei pompieri

Le forze dell’ordine accorse sul posto hanno richiesto la presenza in loco dei vigili del fuoco per ridurre a più miti consigli il giovane africano e «scollarlo» dalla statua. Arrivati in piazza santa Croce con un mezzo dotato di cestello, i pompieri fiorentini si sono subiti prodigati — con molta fatica — per convincere il senegalese ad abbandonare il monumento. Dopo alcuni minuti di trattativa con l’immigrato — che inizialmente è apparso decisamente restio ad abbandonare la propria postazione — i vigili del fuoco lo hanno riportato al suolo sano e salvo.

…e lui picchia gli agenti

Lungi dal mostrare riconoscenza per chi si stava prodigando per lui, una volta giunto a terra lo straniero ha iniziato a dare in escandescenze verso gli agenti impegnati delle operazioni di identificazione. Bilancio: un poliziotto caduto a terra, per fortuna senza conseguenze. Affidato al personale sanitario del 118 per il tso di rito, il senegalese è stato denunciato dalla polizia per resistenza a pubblico ufficiale; per quanto riguarda, invece, la statua di Dante, non avrebbe subito danni di sorta.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta