Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1 lug – Un grande evento e una foto virale. C’è il G20 a Matera ed è tutto uno sfilar di politici, potenti della terra e media a caccia di dichiarazioni. E poi c’è lui, l’uomo affacciato al suo balcone. Se ne sta lì, a torso nudo, pantaloncini e ciabatte. Osserva silenziosamente la folla sottostante. Nessuna arringa, tantomeno schiamazzo. E’ semplicemente rilassato, magari un po’ accaldato viste le temperature di questi giorni. Ma non teme affatto di mostrarsi in tenuta casalinga. Perché mai dovrebbe, lui ci vive tra i Sassi di Matera.



Una foto virale

Non sfugge però a smartphone e macchine fotografiche dei presenti in piazza, d’un tratto catturati dalla sua figura che si staglia sopra le loro teste. E la foto, una semplice immagine che paradossalmente evoca l’assorta Muchaca en la ventana di Dalì, impazza sui social. Il protagonista, suo malgrado, diventa così una sorta di idolo degli utenti. Perché sembra osservare sprezzante la sfilata istituzionale, di per sé poco amata e comunque poco considerata. Ma chi è questo “eroe” per un giorno dei social network? Chi è questo misterioso eppure familiare – somigliante a un qualunque vicino di casa – personaggio?

G20 Matera, chi è l’uomo sul balcone

Come svelato dai media locali è Nicola Frangione, ex professore di inglese all’Istituto per geometri. Dalla fine degli anni ottanta, prima che venissero finalmente rivalorizzati, Frangione ha scelto di abitare nei Sassi di Matera. E ha vissuto quindi in prima persona l’evoluzione di questa meravigliosa città, in pochi anni passata da colpevolmente dimenticata a Capitale europea della cultura (nel 2019). Qualcuno, sui social, ha provato ad azzardare ipotesi sull’intento di Frangione. “Voleva dare un segnale ai potenti della terra, della serie chi vi credete di essere”. E invece no, semplicemente, osservava.

“Mi dispiace contraddire chi ha affermato ciò, ma in realtà non avevo alcun obiettivo particolare – confessa Frangione al Corriere della Serastavo semplicemente leggendo un libro davanti a casa, come faccio spesso. Un buon modo anche per abbronzarmi. A un certo punto ho sentito avvicinarsi un complesso musicale e, immaginando che stesse arrivando la delegazione del G20, mi sono affacciato incuriosito così com’ero: senza maglietta”. Un ex prof di inglese che stava leggendo un libro, a casa sua. E si è affacciato al balcone con aria imperturbabile. Chapeau.

Alessandro Della Guglia



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta