Il Primato Nazionale mensile in edicola

Modena, 18 nov – Le 6mila sardine, il movimento “spontaneo” che ha riempito la centralissima Piazza Maggiore a Bologna contro Salvini, si ridanno appuntamento oggi a Modena, con l’evento 6mila sardine a Modena – Modena non si Lega. Tutti in piazza per manifestare contro il nemico della democrazia – una piazza inclusiva, tollerante, lgbt friendly, no-border, pro immigrazione, femminista e anche un po’ “frocia” (parole dei manifestanti, non nostre), dove “non c’è spazio per l’odio e gli schiamazzi a voce alta” (sempre parole loro). “È tempo di reagire a questo modo di fare politica che alimenta la cattiveria delle persone e che fonda il proprio messaggio principale sull’odio verso il prossimo”, si legge nel comunicato dell’evento Facebook. Ma loro si sentono superiori, “Attaccarlo sarebbe troppo facile”.

Lo hanno scritto i due promotori della manifestazione modenese, che portano gli italianissimi nomi di Samar Zaoui e Jamal Houssein. Entrambi universitari, poco più che ventenni, una studia filosofia e l’altro ingegneria. Alla luce di tali proclami di pacifismo, di superiorità intellettuale e morale, immaginate il nostro stupore alla vista degli screenshot presi dal profilo Facebook di Samara e pubblicati questa mattina da Salvini: “Una delle ‘sardine democratiche’ che sarà in piazza oggi a Modena contro di me, poco tempo fa invocava il mio omicidio da parte di un giustiziere e mi raffigurava a testa in giù”, scrive il leader della Lega, allegando evidenza fotografica del pacifismo della studentessa.

In un vecchio post la sardina scriveva: “Avremmo bisogno di un giustiziere sociale, di quelli che compaiono nella storia, che dopo aver ucciso vengono marchiati come anarchici”. Segue fotografia a testa in giù d’ordinanza del leader di Carroccio. Ah già, dimenticavamo: contro Salvini vale tudo. Quanto terrore, per qualcuno che non sta nemmeno governando. Inutile dire che da qualche ora il profilo di Samara è introvabile su Facebook.

Cristina Gauri

3 Commenti

  1. Di che cosa ci meravigliamo?… I grullhallah dalle facce color merda possono volere bene a coloro che hanno gli occhietti ben aperti sulle LORO REALI INTENZIONI nei confronti degli ABITANTI delle TERRE che stanno VIGLIACCAMENTE, SUBDOLAMENTE, INVADENDO! IMPESTANDO! & DEGRADANDO?… MA CLARO QUE NOOO!!! Le facce color merda, con i loro sorrisi falsi e odiosi, la loro puzza di capre e porci che non li abbandona MAI, andrebbero, NON RISPEDITI, ma trattati in MODO TALE che siano LORO a voler RITORNARE nei LORO paesi – cesso! A NUOTO! Con l’ augurio di incontrare tanti carcarodonti di grandi dimensioni.

Commenta