Roma, 18 nov – “Questa sinistra è una vergogna anti-italiana: la cittadinanza non è un biglietto premio al luna park, va meritata, desiderata, conquistata. #noiussoli”. Così Matteo Salvini, in un commento su Facebook, infierisce contro i giallofucsia postando il video dell’intervento del segretario del Pd Nicola Zingaretti, che da Bologna chiede di far partire la legge per la cittadinanza agli immigrati. Dichiarazione che ha mandato in tilt i 5 Stelle e che sta mettendo a dura prova la tenuta della maggioranza giallofucsia. “Ieri Zingaretti ha rilanciato lo ius soli e si è preso una marea di vaffa perfino dai suoi alleati, perfino da Di Maio: eravamo preoccupati perché da un po’ di settimane Di Maio era scomparso e ieri è riapparso mandando a ‘fa n’bagno’ Zingaretti sullo ius soli…”, fa presente il leader della Lega in un video su Facebook.

Di Maio: “Lo ius soli non è mai stato discusso nell’accordo di governo”

Dal canto suo, il capo politico del M5S Luigi Di Maio ribadisce di essere contrario: “Credo di avere il diritto di dire che sono sconcertato, tra l’altro” lo ius soli “non è mai stato discusso nell’accordo di governo”. Ma all’interno della maggioranza giallofucsia la virata a sinistra del Pd incontra ovviamente il plauso di LeU: “Lo ius soli e lo ius culturae sono norme di civiltà che danno risposte alle legittime aspettative di decine di migliaia di ragazze e ragazzi che si sentono italiani e che vivono e studiano fianco a fianco ai nostri figli. E di questo se ne dovrebbero fare carico tutte le forze politiche. Invece la destra cavalca le paure e le ansie dei cittadini italiani per interessi di mera propaganda. Non dobbiamo essere timidi e continuare a batterci per una legge giusta sulla cittadinanza. Alla destra e ai vecchi e nuovi razzisti non si risponde con timidezza, ma affrontando il tema con un governo unito per dare una risposta di civiltà“. E’ questo il proclama dai toni fin troppo enfatici del capogruppo di LeU a Montecitorio Federico Fornaro.

Gasparri: “Grazie Zingaretti, così ci farai vincere”

L’ennesimo scontro al governo è ovviamente occasione ghiotta per l’opposizione. Dopo Salvini anche Maurizio Gasparri di Forza Italia lancia la bordata: “Credo che Zingaretti debba essere ringraziato dal centrodestra. L’irresponsabilità con cui propone lo ius soli in un Paese come l’Italia, che è quello che concede più di ogni altro Paese europeo ogni anno cittadinanze a stranieri, è per noi un immenso regalo. Porterà alla crisi di un governo devastante per l’Italia e alle elezioni in primavera, dove il centrodestra trionferà largamente, vincendo in tutti i collegi maggioritari”. Ma per Gasparri la questione è un’altra: “E’ chiaro che Zingaretti ha fatto questa proposta perché non ne può più del connubio con i grillini. Vuole archiviare un governo che sta determinando la distruzione d’Italia ed il suicidio del Pd e ci vuole aiutare a vincere. Grazie Nicola. Lo ius soli in Italia non ci sarà mai, lo sai benissimo. Aprendo questa campagna perdente – conclude – ci aiuti a vincere ancora di più. L’Italia è uno dei Paesi più generosi del mondo con gli stranieri, di quella legge non c’è bisogno. Il Pd la usa per autoaffondare un governo devastante e portarci alle elezioni. Sbrighiamoci. Così  l’Italia avrà presto un governo di centrodestra che penserà agli italiani e non ai clandestini”.

Adolfo Spezzaferro

2 Commenti

  1. Devo pensare ANCHE, e SOPRATTUTTO ai CLANDESTINI! Alla QUANTITÀ di BASTONATE da elargire LORO per PUNIRE in modo ADEGUATO i LORO quotidiani REATI.

Commenta