Milano, 18 nov – Anpi e “Sentinelli” contro l’informazione del nostro giornale. La contorta vicenda è in onda in questi giorni e viene trasmessa a Sesto San Giovanni, la Stalingrado d’Italia a due passi da Milano. La pietra dello scandalo? La conferenza, organizzata per il 28 novembre prossimo, di lancio della campagna abbonamenti del nostro periodico dal titolo “La tua scelta sovranista a cui prenderanno parte Diego Fusaro, Alessandro Meluzzi, Francesco Borgonovo, Simone Di Stefano, Gianfranco Peroncini, l’editore Francesco Polacchi ed il direttore Adriano Scianca. Da una parte il mail bombing degli antifascisti meneghini dall’altra la nostra cultura politicamente scorretta.

La conferenza del Primato si farà

Quindi ci risiamo la mannaia della censura ‘prova’ ad abbattersi nuovamente su di noi. Questa volta i democratici stanno cercando di impedire il lancio della campagna abbonamenti per il 2020 alla nostra rivista. Ma, in questi anni, abbiamo dimostrato di essere allergici ai boicottaggi. L’evento si terrà lo stesso, nonostante il Grand Hotel Hilton Villa Torretta abbia ritirato la disponibilità della sala, dopo le mail minatorie di Anpi e Sentinelli. A breve verrà indicato il nuovo uditorio presso cui lanceremo l’ennesima sfida a favore della libertà di parola. Tutto questo accanimento certifica la bontà del nostro lavoro, perché per via delle verità che raccontiamo gli sgherri del pensiero unico vorrebbero tapparci la bocca. Purtroppo per loro le fila dietro di noi continuano ad ingrossarsi. In un recente sondaggio firmato da La Repubblica, il nostro portale on-line è risultato il 17esimo più condiviso su Twitter. Sempre più persone veicolano i messaggi che proponiamo ed ai cani da guardia del potere, lessicale ed economico, tutto questo provoca non pochi pruriti.

La tua scelta sovranista, ora più che mai

Per questo lanciamo un accorato appello alle donne e agli uomini liberi di questa Nazione: fate la vostra scelta sovranista, sostenete Il Primato Nazionale contro la censura. Ogni abbonamento, ogni articolo letto e condiviso, ogni copia diffusa del periodico è un attacco concreto all’intellighenzia globalista. Combattere chi ci vuole senza radici, battersi per una visione del mondo alternativa a questo regime liberticida è un dovere per tutti gli uomini liberi.

Lorenzo Cafarchio

2 Commenti

  1. anpi merde e sentinelli schifosi di razza inferiore andrebbero epurati con attentati mirati… Distruggerli con ogni mezzo

  2. Io non so se pubblicherete questo commento o lo cancellerete e mi depennerete anche se finora non mi avete mai censurato e questo denota il vostro coraggio e libertà di pensiero – ma come si fa a lanciare una campagna sacrosanta come la vostra appoggiandosi a un giornalista come borgonovo che si fa vanto spesso e volentieri della sua fede sionista, a uno strizzacervelli senza nè arte nè parte e a uno pseudofilosofo da salotto televisivo che si definisce gramsciano chavista cioè comunista? L’anpi dovrebbe appoggiare e non boicottare un evento che sembra nascere sotto la bandiera di Sion e della falce e martello – smash the reds! No remorse!

Commenta