Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 mag – Hanno sollevato un polverone le dichiarazioni, scritte su Facebook, della sardina calabrese Jasmine Cristallo. La Cristallo ha paragonato la veste della Madonna a quella, coi colori del gruppo terrorista islamico Al Shabaab, indossata da Silvia Romano al suo ritorno in Italia. Il Primato Nazionale le ha dedicato un articolo e la Cristallo ha “replicato” (a modo suo). Di fronte all’offerta di un’intervista, la Cristallo ha dimostrato di non capire esattamente come funzioni la libertà di espressione e il diritto di cronaca – ed è un peccato, perché il confronto, nonostante tutto … c’è stato.

Cristallo: “Mandanti di legioni di misogini”

La Cristallo ha ribattuto al pezzo del Primato Nazionale pubblicato uno screenshot del titolo dell’articolo (insieme a quello di un’altra testata che definiva la sua dichiarazione “blasfema”) con la seguente didascalia: “Mi sono “meritata” un post sulla rivista dei neofscisti di Casa Pound. Avevo avuto dei segnali: legioni di miserabili, violenti e misogini, commentavano sul mio profilo…. Ho capito dopo chi erano i mandanti (sic!). Squadrismo social“, dice la Cristallo. E poi: “Non sanno neppure comprendere un testo”. Hashtag: #analfabetismofunzionale.

Cristallo: “Niente da ridire sul vostro articolo. Ma …”

Dopo essere stati individuati come “mandanti” di legioni di depravati, è stata nostra cura contattare la Cristallo, proponendole un’intervista affinché potesse “esprimere al meglio ciò che pensa” sul caso Romano. La rappresentante delle Sardine ci ha ricontattati immediatamente. La Cristallo ci ha ribadito che sul nostro pezzo “non ha niente da ridire”; cionondimeno, ci rinfaccia comunque il nostro ruolo di “mandanti” dei commenti aggressivi nei suoi confronti, perché “nel momento in cui un pezzo esce con la mia fotografia su un sito che non è frequentato da persone democratiche ma da maschi aggressivi e misogini” un articolo privo di insulti e minacce diventa comunque un'”arma”.

Lettori “analfabeti funzionali”. Vale solo per “noi”?

Il perché è presto detto: la Cristallo ci rappresenta che “il 70% degli italiani” sarebbero “analfabeti funzionali” e sulla base di questa statistica, preferisce non entrare in contraddittorio con una testata giornalistica registrata – dopo essere stata lei stessa a contattarci telefonicamente. Sulla base di ciò, la Cristallo ci dice che, ad altre pubblicazioni di “colore” avverso, ha rilasciato interviste perché “chi compra la carta stampata ha un altro tipo di approccio“. Non dubitiamo delle percentuali rappresentate dalla Cristallo, ma con tutto il rispetto ci permettiamo di farle notare che lei stessa ha preso un abbaglio quasi da “analfabeta funzionale”: il 12 maggio, infatti, la Cristallo condivideva un accorato post con allegate terribili foto di torture, diffuse inizialmente da Avvenire e “ambientate” nei cosiddetti lager libici. Peccato che furono veicolate da una fake news bella e buona: e noi del Primato Nazionale ne abbiamo già scritto nel 2018.

Ma lo scambio di idee c’è stato comunque

Ma nonostante questi pregiudizi nei nostri confronti, lo scambio di idee c’è comunque stato. Non solo: la Cristallo ha espresso dei concetti pure condivisibili. Secondo la sardina, ad esempio, è presto per dire se Silvia Romano si sia convertita liberamente o meno: “Io non mi permetto di fare la psicologa o la psichiatra della domenica. Non ho gli elementi per giudicare una donna tornata da un contesto di quel genere, con gli uomini armati dietro la porta e il terrore di essere stuprate”. E ha, nostro indegno tramite, anche l’opportunità di dirci cosa pensa del velo indossato da Silvia e delle reazioni che ha generato: “Io non condivido che si urli allo scandalo se una donna torna velata: il velo di per sé non è un simbolo di sottomissione, ci sono molte famiglie islamiche in cui una sorella porta il velo e l’altra no. Poi ci sono i fondamentalisti disgraziati che sono un’altra cosa”.

Cristallo: “Anche Battisti fece passerella mediatica”

Quando noi “primati” chiediamo alla Cristallo se poteva essere evitata “la passerella” a Silvia Romano da parte del governo anche per la sua incolumità, lei ci risponde: “Sarebbe stato grave se al ritorno di Silvia non ci fossero state le istituzioni. E senza telecamere a testimoniarlo, come lo avremmo letto questo fatto?“. La Cristallo, che si batte per i diritti dei carcerati, ci ricorda che una passerella simile venne fatta da un governo di segno contrario dopo l’arresto di Cesare Battisti. “Sicuramente Silvia non era da esporre in questo modo, ma ciò non giustifica l’ondata di veleno che ne è venuta fuori” dichiara ancora la Cristallo.

“Io non sono filogovernativa. M5S male peggiore”

Ma, in un certo senso, la Cristallo “scagiona” il governo dalle reazioni negative alla liberazione della Romano: “Io non sono filogovernativa, e questo penso che sia chiaro: sono stata la prima ad attaccarli su tutta la linea”, mette bene in chiaro. “I Cinque Stelle per me sono il male peggiore del mondo, il Partito Democratico l’ho sempre attaccato violentemente e mi hanno fatto a pezzi. In Calabria mi hanno detto financo “ti metteremo sotto sale”. Io la critica per loro la conservo e ce l’ho”. Come una coerenza e una buona fede di ferro, aggiungiamo (vedi caso Benetton). Di fronte ad altre domande magari un po’ più scomode, però, la Cristallo si chiude a riccio, dicendoci che abbiamo dei preconcetti nei suoi confronti.

“Io personaggio pubblico mio malgrado”

“Io personaggio pubblico lo sono diventata mio malgrado” ci confessa la sardina. “Da Del Debbio non ci sono andata. Mi hanno chiamato da Floris, non ci sono andata, perché quel format non mi piaceva. Io ho scelto dove andare”. Tuttavia, un post su Facebook è pubblico: chiunque può condividerlo e commentarlo, “persino” Il Primato Nazionale. Su altri palcoscenici, dove sicuramente la Cristallo si sentiva più a suo agio (i collegamenti con Lilli Gruber o lo studio di Corrado Formigli, ad esempio) si è esposta volentieri.

La Cristallo non “merita” insulti (e nemmeno noi)

Internet è una platea pressoché infinita: significa, nel bene e nel male, libertà di espressione ai massimi livelli. E noi, convinti di questo, accogliamo con entusiasmo la testimonianza della Cristallo. Crediamo che qualsiasi commento o messaggio di minacce o insulti nei suoi confronti sia inaccettabile: no, non siamo dell’opinione che una donna “se lo meriti”. Ma nemmeno che non possa essere criticata se scrive pubblicamente qualcosa con cui non siamo d’accordo. Quindi diamo voce alla Cristallo sul caso Silvia Romano. Perché non siamo “mandanti” di nessuno, ma giornalisti che cercano di fare il loro lavoro. E da noi bardi degli “analfabeti funzionali” lo spazio per il contraddittorio c’è per tutti. E una signora come Jasmine Cristallo va trattata con dignità.

Ilaria Paoletti 

4 Commenti

  1. Salve gentile PN, ma perchè per ragioni di marketinf editoriale date spazio a questo soggetto che ignorante non si puo, sulla base di quale competenzaa, events giornalistico mediatico, sulla abse di quale know -how tecnico viene dato spazio a siddetta “analfabeta dis-funzionale”??? mi son bastate le prime righe per leggere bojate da reflusso gastrico di ritorno del classsico piddastro impiastro della società, buono a non far nulla , se ha glia ttributi aprisse un market, salvasse delle vite, lavorasse!
    Basta dare spazio a questi pidocchi della societa’!

  2. Tra l’altro il lessico da narcisismo pidiotesco distrutto in ogni tornata elettorale e in vigore solo in una Nazione con leggi elettorali bizzare e bizantine è tipico di chi cerca visibilità a fronte di un vuoto ultra spinto di nullaggini e scempiaggini! A Roma si dice : ###machitesenc….#### , nel senso non sei nessuno, mettiti in fila e aspetta , democrazia as usual! Ho cercato di linkare l’articolo su BREITBART e inforwars , loro la distruggono in un microsecondo sta tipa!

  3. Alla signorina GELSOMINO , ANALFABETA “sic et simpliciter” , sperando che qualche TRINARICCIUTO suo compare sia in grado almeno di LEGGERE e spiegarle “a gesti” quanto scrivo ….

    segnalo che , non esiste ( e non mi rompano i coglioni i sedicenti CRISTIANI !!!) un cristo STORICO !!!!!
    Esistono gli Evanghelos SUCCESSIVI alla “IPOTETICA” vita di un profeta di origine giudaica …..

    Il vento esiste perchè si muovono le piante …. MA NON SI VEDE !!!!

    Concetto difficile da capire per un “pesce in barile! ,

    SARDINA :
    pesce in barile: Mostrare di non vedere e non sentire nulla, di non accorgersi di quello che accade intorno, come non può vedere nulla uno dei tanti pesci tenuti in conserva dentro un barile. rimaner neutrale fra due partiti opposti.

    Non esistendo un cristo storico DOVE avrebbe appreso COME si vestiva la madre ????? su VOGUE ???

    L’ iconografia ci mostra un cristo BIONDO , OCCHI AZZURRI ….
    ed una madre con veste Bianca bordata in azzurro . Anche lei vagamente
    “germanica” nei lineamenti …..

    La veste ICONICA di Maria , per altro , è forse la cosa più vicina alla realtà , il bianco e l’ azzurro sono (come per i KILT) i colori della TRIBU’ di
    DAVID di cui Maria avrebbe fatto parte ….. in pratica il saio di Madre Teresa è quanto di più vicino all’ abito di una Ebrea di 2000 anni fa ,
    mentre il vestito verde islam …. va bene per i Barbapapà !!!!

    piccola ed insipiente “GELSOMINO” , credi d’ essere colta e poter dar
    lezioni per le POCHE CAZZATE che hai letto in vita tua …..
    cresciuta a pane nutella e bellaciao ….

    Ad una SAPIENTONA come te preferisco gli analfabeti , dalle mani callose , che mantengono la famiglia , ed oggi grazie a voi RICCHI BASTARDI e STRONZI rischiano di NON POTERLO più fare …..

    Gente VERA che parla in dialetto , che non ha potuto studiare ,
    ignoranti ? si ma con un CUORE GRANDE , gente VERA non come
    voi che avete fatto finta che vi interessasse il popolo , per poi chiamare
    populisti quelli che VERAMENTE sono VICINI al POPOLO ITALIANO !

    Gelsomino …. ma NON TI FAI UN Pò SCHIFO ?????

  4. L’unica cosa che le auguro, di sparire assieme al suo movimento inutile, perché solo di questo si tratta, tutte le loro affermazioni, conclusioni, polemiche sono nel complesso nulla di fatto!