Il Primato Nazionale mensile in edicola

Ferrara, 2 giu – Dopo due mesi di ricerche senza esito arriva la conferma che tutti sospettavano: Igor ha un complice. A rivelarlo è un investigatore, che un po’ sconsolato ammette che il killer di Budrio e Portomaggiore, al secolo Norbert Feher, serbo 36enne, per forza di cose deve avere uno o più complici: “C’è qualcuno che l’aiuta, non può vivere nei boschi per due mesi e sfuggire ai controlli. Ha un posto in cui nascondersi». Probabilmente tra Molinella e Portomaggiore.



Quello che ora gli investigatori vogliono capire, al di là delle ricerche a tappeto nella zona rossa tra le campagne del ferrarese, è la rete di contatti che Igor mantiene in essere. E così passano al vaglio numeri di telefono e schede sim che in qualche modo possano rivelare qualche particolare utile alla cattura del killer fantasma.

Black Brain

Dei 1200 uomini che ogni giorno presidiano la zona con cani molecolari e droni, servendosi delle dritte di pensionati e partigiani della zona, i primi cominciano a tornare a casa. Un contingente di Cacciatori di Calabria ha lasciato il posto ai colleghi Cacciatori di Sardegna. I posti di blocco sulle strade scarseggiano. Anche tra i giornalisti, che assiepavano campi e paludi del ferrarese, sono quasi del tutto spariti. Segno che la sfiducia serpeggia e che il sospetto che Igor ormai non sia più in zona si sta facendo sempre più strada. Ma i carabinieri hanno assicurato che la macchina delle ricerche non rimarrà sguarnita. 

Intanto tra la gente la fiducia verso gli investigatori cala ogni giorno. Sorvolando sulle raccomandazioni dei carabinieri, che nell’incontro di qualche giorno fa hanno detto alla popolazione di uscire di casa il meno possibile e di stare calmi qualora incontrassero il killer, obiettivo delle critiche dei cittadini di Budrio è anche il ministro Minniti. Alcuni amici di Davide Fabbri, il barista ucciso a Budrio due mesi orsono, prima vittima di Igor, hanno esposto uno striscione recante la scritta: “Ministro Minniti. Fallimento in tutto. Dimissioni”.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. ma davvero qualcuno poteva pensare che esistesse un Rambovich slavo capace di sopravvivere per più di una settimana mangiando e bevendo solo quello che la “natura” circostante è in grado di offrire da quelle parti ?

    dai,mancava solo il Colonnello Trautmann,anzi
    Trautmakowsky.

Commenta