Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 ott – Questa volta la canonizzazione arriva per Lapo Elkann sulle pagine del Corriere della Sera. Proprio lui, quello del il finto rapimento a New York, l’overdose e il coma a casa del trans Patrizia, l’incidente a Tel Aviv, altro coma…. Ci dice che adesso grazie alla sua donna si è fermato e ha messo la testa a posto. E noi ci crediamo, a giudicare dalla quantità di post buonisti e la riscoperta dell’antifascismo su Twitter e su Facebook.

Lapo: “Machismo nella mia educazione”

Ci ricorda di tutte le lodevoli iniziative benefiche di cui è sponsor e poi ci parla della sua orribile infanzia: “Nella mia educazione, c’è stato il machismo: ho sofferto per smettere di considerarlo vincente, accettare le mie debolezze e imparare a chiedere aiuto. Ci sono riuscito grazie all’amore della mia fidanzata e dei miei fratelli e nipoti. Ho imparato ad amarmi. Non ero orgoglioso di me. Colpa dell’insicurezza dell’infanzia: se soffri di Adhd, di disturbo da deficit di attenzione e iperattività, e anche di dislessia, ti senti di meno e vuoi dimostrare di essere di più”.

Ha capito che il machismo è cattivo dopo Patrizia la trans

E dice anche di aver capito che il “machismo” è un disvalore quando c’è stato l’incidente a Torino: “Da tanto. Post incidente a Torino. Ma metterlo in pratica è stato diverso dal capirlo. Tutti i giorni è una battaglia. Ho buchi emotivi che colmavo con iperattività, iperprogettualità e con le sostanze. Io non ho mai usato le sostanze per divertimento, ma sempre per autodistruzione, per non sentire i vuoti. Oggi, quei vuoti li accetto e li so gestire“. “Il demone è lì, non dorme, devi sempre domarlo” dice ancora Lapo “da vent’anni, faccio un’ora al giorno con i narcotici anonimi, ho completato “i 12 passi” quattro volte.

“Se stai male non conta se sei ricco o povero”

“Ho provato anche i Rehab a cinque stelle, ma se stai male non conta se sei ricco, povero, se hai l’Aids: sei uguale agli altri. Il mio gruppo di narcotici anonimi è in America: lo preferisco perché lì si parla di soluzioni, non di problemi”. Certo, per uno che può permettersi di “scegliersi” il gruppo di narcotici anonimi e addirittura andarci negli Usa dire anche che se sei ricco e stai male non c’è nessuna differenza con un povero è quantomeno ironico. Ah, il distacco delle classi superiori, ricorda quasi quello del megadirettore di Fantozzi.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. ma VAFF….

    fatelo vivere UN ANNO con 600 € al mese , e fatelo lavorare !!!! non come pensa lui !!!! ho detto
    LAVORARE !!!!!! Si perché sti vicchi STRONZI pensano che “lavorare” sia FAR PRESENZA in qualche “consiglio di amministrazione” …….

    Un anno perché un mese di ISOLA dei Fetusi … son buoni tutti !!! Pure Balutelu …

    Machismo …. avete presente il padre ???? sarà l’ accento franscese … ma MACIO …… a me pare un MICIO ! Tate tedesche della DDR ????

    Ma riVAFFF , fategli montare un ponteggio ….. poi vedi come vicchi e povevi sono UGUALI .
    COGLIONE !!! E i machisti nei cantieri sono persone che si fanno il culo a LAVORARE !!! non
    coi TRANS , per ortare a casa i soldi che bastano per affitto , bollette, mangiare e … magari una sera in pizzeria e 1 settimana di ferie … ah mica a sntropez o Capri come suo NONNINO ….
    era lui il macho ???? FIGURATI !!! quello scarto-di-leva ???? LOL LOL LOL

    In alternativa …. 3 mesi di addestramento nei Paraca …. in UNA SETTIMANA , forse meno , vedi che capisce la differenza tra la sua infanzia nella BAMBAGIA e i VERI UOMINI !!!!

  2. questo coglione pederasta e drogato, solo dopo aver capito come gira la vita, viole rifarsi una verginità. .forse al culo??

Commenta