Il Primato Nazionale mensile in edicola

Latina, 29 nov – Attimi di vero panico per una ragazza di Latina, commessa in un negozio, che si è ritrovata molestata, attaccata ed infine minacciata da un nigeriano che voleva stuprarla.

Giorni di appostamento

L’episodio si è verificato ieri pomeriggio; intorno alle ore 15:00 aveva  la ragazza era giunta presso il centro commerciale Le Torri di viale Pier Luigi Nevi per attaccare il proprio turno di lavoro in negozio e sin da subito si è accorta fin da subito di essere pedinata da un uomo. E quell’uomo, purtroppo, era già noto alla ragazza; si trattava infatti di un nigeriano che nei giorni precedenti all’aggressione aveva visto più volte stazionare dinanzi alle vetrine del suo negozio per guardarla con insistenza.

L’aggressione

Una volta rimasta da sola l’extracomunitario ha ricominciato a pedinarla; la commessa ha immediatamente cercato di fuggire, ma purtroppo stata raggiunta ed afferrata alle spalle dal nigeriano che ha cercato di molestarla sessualmente, trattenendola e palpeggiandole le parti intime.

La lotta e l’intervento dei presenti

Sebbene molto spaventata, la donna ha lottato di liberarsi dalla stretta dell’extracomunitario. Le sue urla di aiuto hanno richiamato l’attenzione di alcuni passanti che le hanno prestato soccorso. Una volta compreso di trovarsi nei guai, il nigeriano ha persino minacciato di morte la ragazza intimandole di rimanere in silenzio. Dopodiché è fuggito, prima che nessuno dei presenti riuscisse a fermarlo. Sul posto, però, si erano già precipitati gli agenti della questura di Latina grazie alle segnalazioni di alcuni testimoni. Gli uomini della squadra volante hanno ascoltato la testimonianza della vittima e raccolto la sua denuncia; hanno immediatamente dato avvio alle ricerche del responsabile, che non era nel frattempo fuggito molto lontano.

L’arresto

Il nigeriano è stato individuato e arrestato con l’accusa di violenza sessuale. Una volta negli uffici della questura per le regolari pratiche di identificazione e di incriminazione, è risultato essere un nigeriano di 27 anni; l’uomo è regolare sul territorio nazionale ma è altresì noto alle forze dell’ordine per i suoi numerosi precedenti penali. La vittima ha confermato che da giorni il nigeriano era letteralmente appostato nei pressi della sua attività commerciale per pedinarla.

Ilaria Paoletti

2 Commenti

Commenta