Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 mar – Sappiamo ormai da giorni che numerosi convogli militari, direttamente giunti dalla Russia ci stanno portando aiuti in questo momento di grave difficoltà sanitaria ed economica a causa del coronavirus. Ieri alcuni di questi mezzi militari sono arrivati all’aeroporto militare di Pratica di Mare. Certo che lo stupore di un autista romano che si è ritrovato vicino ad una colonna di camion che espongono la bandiera russa sul Grande Raccordo Anulare è impagabile.

Sottofondo di Bombolo e Tomas Milian

Il video è divenuto virale nella giornata di ieri. Nel filmato, evidentemente ripreso dall’abitacolo di un camion, l’autista riprende i camion di aiuti russi che sfilano in colonna sul Grande Raccordo Anulare. Tutti i convogli esibiscono la bandiera della Russia. Per rendere la scena ancora più assurda, il sottofondo della radio alterna una gioviale musica sudamericana alle “dolci” parole di alcuni scambi tra Bombolo e Tomas Milian, indimenticabili interpreti delle sboccate commedie degli anni settanta e ottanta.

“Ma che c***o sò?”

L’uomo, non credendo ai suoi occhi (e forse peccando un po’ di ignoranza) dopo aver visto diverse volte la bandiera russa sui camion si domanda: “Ma che c*zzo sò americani questi?” e poi si corregge: “Ah, no …”. In effetti, siamo tutti portati a credere che gli aiuti dovrebbero provenire dagli storici “alleati” Usa, invece per una strana giravolta della Storia, i camion su Gra sono quelli della glaciale Russia che ha per presidente “l’antidemocratico” Vladimir Putin.

Ilaria Paoletti

1 commento

Commenta