Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 7 feb –  E’ notizia fresca quella della decisione dei Benetton di “licenziare” il loro fotografo storico Oliviero Toscani dopo la sua disgustosa frase sui morti di Ponte Morandi. La decisione è stata accolta con favore pressoché da chiunque, con un solo distinguo: quello di Gad Lerner. Che crede così tanto a ciò che pensa da scriverlo sul suo profilo Facebook, descrivendo Toscani come “geniale”.

Il tonfo di Toscani

Lunedì in diretta a Un giorno da pecora reagisce alla critiche ricevute per la foto con le sardine e con Luciano Benetton con un bel: “Ma a chi interessa che caschi un ponte, ma smettiamola“. Risultato? Shitstorm di dimensioni epiche sul fotografo di casa Benetton. I famigliari delle 43 vittime su tutte le furie. Come potevano quindi i Benetton non prendere provvedimenti? Presto fatto, Toscani è stato licenziato. Non una grande perdita – arriverà tranquillamente a fine mese – nemmeno per l'”arte” in Italia, in fondo. Ma un grande tonfo per Toscani che era abituato a dire tutto ciò che gli passava per la mente protetto dalla sua patente di antifascista, quello sì.

Arriva Lerner in “soccorso”

Per fortuna – si fa per dire – è corso in suo soccorso un altro che non fa esattamente della simpatica la sua qualità principale: Gad Lerner. Il giornalista ci ha tenuto a dimostrare tutta la sua solidarietà per il fotografo ora disoccupato e lo ha fatto scrivendo su Facebook: “Oliviero Toscani è una geniale testa di c..o, un grande artista, un innovatore che per amore di battuta può lasciarsi scappare terribili bestialità insieme a tante verità scomode. Si è scusato, era il minimo. Ma la Benetton che interrompe la collaborazione con lui riesce a farci una figura ancora peggiore“.

Lerner, l’unico a dispiacersi

Ci sfugge esattamente in che modo i Benetton avrebbero fatto una figura “anche peggiore” di Toscani nel mandarlo a casa. Sono una famiglia / industria che con l’immagine ci lavora, esattamente come Toscani. Lui poi, francamente, sono trent’anni che fa le stesse cose (o forse le fa fare ai suoi giovani adepti multuculturali di Fabrica) : Luciano Benetton e i suoi avranno colto la palla al balzo. Dovremmo dire che ci spiace per Toscani? Lasciamo Gad Lerner a farlo, a noi non importa un fico secco.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

9 Commenti

  1. Uno peggio non c’è, due personaggi super viscidi con il cuore già putrefatto alla nascita, ma lerner il zionazi è una vera serpe.

  2. Dissento un filino… Raramente…, ma succede che Gad Lerner esce dal suo “squallore” e si erge come nel indimenticato libro scritto a due mani con Franco Cardini! Cosa gli succede…, non si sa!

  3. Si fa presto a fare gli indiniados dell’ultim’ora. Articolo di “approfondimento” che non approfondisce nulla, incredibile. Perché approfondire questa notizia significa essere capaci di capire la strumentalizzazione causata dall’estrapolazione dell’infelice frase di Toscani dal suo contesto, e la relativa provocazione. Paradossalmente è stato licenziato da chi davvero ha responsabilità oggettive nel crollo del Morandi, ma fa più comodo avere inutili isterismi su cose che non capiamo.

  4. Fatemi capire, Toscani sarebbe indecente perché dice che non frega nulla a nessuno dei morti sul ponte e lo mettete in croce, voi invece non pubblicate nulla per il giorno della memoria (dimostrando che non ve ne frega nulla) e va tutto bene? Ma la coerenza?

  5. Perfido GAD ….. quindi se dico :

    ” sei milioni di ebrei , non mi pento e lo rifarei ”

    faccio schifo , oppure ho fatto una BATTUTA ??????

    lo schifo dipende da CHI è morto ????? o dallo STRONZO che dice schifezze ???
    (o dai sghej che tè dano i mercanti de Venexia ???? ) “dai soldi che prendi dai Benetton ” …..

  6. “Mirko Beccalli” va in mona pure ti , monasso !!!

    45 i s’è MORTI per come “lavora” i Benetton !!!!! solo incassa j sghej e manco uno sgheo
    per mantener la strada che ‘han in concessione dall’ ITALIA !!!!!

    MONA ! MONASSO !!!! va a morir su un ponte de “soc. autostrade” …. poi parlèmo …..

Commenta