Roma, 17 ott – L’ultima sceneggiata dei gretini sul Grande Raccordo Anulare è un flop e come prevedibile ottiene l’unico effetto di far infuriare gli automobilisti. Una protesta, quella degli “ambientalisti”, che sta ormai diventando una telenovela stucchevole. Ha stufato tutti, non tanto nel merito, ovviamente, quanto nei modi fastidiosi. Perché bloccare una strada trafficata non serve certo a far riflettere sulle problematiche legate ai cambiamenti climatici, quanto a irritare comprensibilmente chi la mattina si reca a lavoro o comunque ha impegni non procrastinabili.

Automobilisti infuriati coi gretini che occupano (di nuovo) il Gra

E così, per l’ennesima volta, diversi automobilisti infuriati sono scesi dai propri mezzi e hanno strappato gli striscioni dei gretini. Invitandoli ad alzarsi da terra, andarsene e liberare dunque il Gra. Qualcuno ha provato pure a far ragionare i manifestanti: “Forse non ti rendi conto di cosa stai facendo, non è il raccordo anulare il problema organizzate una cosa fatta bene ma non bloccate il Raccordo per chi deve andare a lavorare”. Piuttosto infuriato anche un medico, che ha finanche mostrato il tesserino a una manifestante, per farle presente che non poteva aspettare i loro comodi per recarsi in ospedale. La scena è stata ripresa anche stavolta dalla telecamere di Local Team, fino all’intervento della polizia che ha sgomberato i manifestanti.

 

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. …………….
    sono MOLTO fortunati che siamo civili.
    ma prima o poi ci riescono,a far saltare i nervi a qualcuno,
    e finirà a MAZZATE…
    e saranno ben meritate.

Commenta