Livorno, 28 giu — Attenti alla cosiddetta «altra metà del cielo» se siete intenzionati a commettere qualche prepotenza nei suoi confronti: assicuratevi prima che non pratichi kick boxing o altro sport da combattimento o potreste finire molto male, come accaduto al presunto scippatore del video diventato virale questa mattina dopo essere stato diffuso sui social.

Presunto scippatore massacrato da donna 

Siamo a Livorno, sul marciapiede sugli scali D’Azeglio all’altezza di largo Fratelli Rosselli. Nel filmato una donna prende ripetutamente a pugni e calci — mostrando notevole padronanza tecnica — un uomo che trattiene a sé una borsetta: non si hanno informazioni precise sul motivo dell’aggressione, ma molti siti di cronaca locale avanzano l’ipotesi si tratti di uno scippatore molto sfortunato. Mentre sferra colpi violentissimi alla testa e allo stomaco del presunto ladro, la donna ingaggia un tira e molla per impossessarsi della borsetta, finché questa non cade per terra. Nel frattempo, un individuo assiste alla scena a bordo di un motorino, tenendosi a distanza di qualche metro e senza intervenire: forse ritenendo — e non a torto, a giudicare dalle immagini — che la donna sappia benissimo cavarsela da sola…

A questo punto il combattimento (decisamente a senso unico) si sposta sul retro dell’auto dove la donna sferra una serie di calci violentissimi verso il presunto scippatore. Il filmato si interrompe proprio qui. Il video è stato girato da un passante e rilanciato sulle piattaforme social e di messaggistica, suscitando una valanga di commenti ammirati riguardo la potenza fisica della donna. Tante le critiche nei confronti del testimone in scooter, che osserva la scena a distanza di sicurezza senza alzare un dito.

Cristina Gauri

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. che sia pratica di combattimento lo si vede da come tiene alta la guardia quando sferra i circolari/mawashi geri (tutti ben caricati) e dalla “tempesta di fuoco” ossia dalla ripetizione costante dei pugni portati al torace di questo maiale. brava ! Oss !

Commenta