Tokyo, 22 ott – Si è tenuta oggi al palazzo imperiale di Tokyo la solenne cerimonia dell’incoronazione dell’Imperatore Naruhito, proclamato nuovo sovrano del Giappone: il rito si è svolto alla presenza di circa 2.000 ospiti, tra cui capi di Stato e dignitari di 190 nazioni. Nel suo discorso inaugurale, Naruhito ha dichiarato che “si impegnerà a rispettare la Costituzione e ad adempiere le proprie responsabilità come simbolo dello Stato e dell’unità del popolo giapponese”. Il nuovo imperatore era asceso al trono il primo maggio scorso, il giorno dopo l’abdicazione del padre Akihito, 85 anni. Si è trattato della prima rinuncia al trono in oltre 200 anni della casa imperiale. Naruhito è il 126/o imperatore del Trono del crisantemo, “la più antica monarchia ereditaria esistente al mondo senza aver subito interruzioni, a partire dal 660 a.C”. Da oltre mille anni viene tramandato il rito della successione. Il 59enne Naruhito, vestito con la tunica tradizionale di color arancione Korozen no goho, dallo stile risalente al IX secolo, era accompagnato dalla sposa Masako, su un trono adiacente, con addosso un kimono di corte.

“Faremo del nostro meglio per la tutela della pace e il mantenimento della speranza nel nostro Paese”, ha detto poi il premier Shinzo Abe nel discorso che ha seguito la proclamazione dell’imperatore. Al termine della cerimonia, il primo ministro ha gridato “Banzai!” (“viva l’imperatore”) tre volte. Per celebrare l’occasione il governo di Tokyo aveva deciso di far coincidere la cerimonia con un giorno di festività nazionale, ma la parata che avrebbe dovuto sfilare oggi è stata posticipata al 10 novembre per poter meglio gestire l’emergenza del tifone Hagibis, che ha devastato l’arcipelago settimana scorsa.

Cristina Gauri

2 Commenti

  1. Non per fare il puntamatitista, ma il termine corretto sarebbe “intronizzazione”, non “incoronazione”. Gli imperatori giapponesi non hanno una corona: i “simboli” imperiali sono la Spada e il Gioiello (piazzati davanti a Naruhito) e lo Specchio (custodito al tempio di Ise, il più importante per la religione shintoista).

Commenta