Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 8 ott – Sono due bimbi di soli quattro anni le vittime dei palpeggiamenti di un pedofilo di etnia rom che lunedì ha seminato il terrore a Milano. La vicenda è avvenuta ieri pomeriggio, verso le 16,30, in piazza Vigili del Fuoco, in zona Rubattino, a Lambrate. I due bambini stavano giocando seduti su di una panchina, sotto gli occhi delle madri che li sorvegliavano a pochi metri di distanza, quando il maniaco, un 50enne risultato poi pluripregiudicato, si è avvicinato in modo fulmineo ai piccoli, iniziando a palpeggiarli nelle parti intime. I piccoli restano impietriti, terrorizzati. Una delle mamme, alla vista di quell’orrore, si è alzata per strappare i bimbi dalle mani di quell’uomo sudicio.

A quel punto il nomade, per tutta risposta, ha preso a toccarsi i genitali e a insultare la donna in un idioma incomprensibile. Il pedofilo è stato libero di allontanarsi indisturbato dalla piazza, a quell’ora gremita di bambini che uscivano dalla scuola pomeridiana. Il padre di uno dei due bimbi si è messo all’inseguimento del pedofilo, assieme agli agenti di polizia del commissariato di Lambrate, accorsi per rintracciare il molestatore. Lo hanno individuato e fermato poco dopo, in via Riccardo Pitteri, di fronte all’Esselunga di Rubattino. Stava cercando di dileguarsi salendo (senza documenti di viaggio) su un autobus dell’Azienda tranviaria.

Non stupirà sapere che il 50enne era già conosciuto alle autorità. Lunga la lista di reati di cui era già stato accusato in passato: furto, rapina, lesioni, fino alla riduzione in schiavitù di una sua connazionale e violenza sessuale. Il pedofilo era anche stato raggiunto da svariati decreti di allontanamento dal nostro Paese, da lui ignorati. L’uomo è stato arrestato e portato in carcere, a San Vittore con l’accusa di violenza sessuale aggravata, le sue vittime avevano solo quattro anni.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. il grande benefattore non riusci’ ad eliminare il male del mondo ,ed eccoci qua’ a fare i conti con zingari froci e immigrati assasini.i forni servivano eccome.

  2. Riaprire Auschwitz per immigrati clandestini economici fancazzisti vacanzieri cerebrolesi e per gli zingari. Dategli una zappa e fategli coltivare la terra. Ma il pd ,italia viva (? Ahahahh) e i 5 stalle complimenti per le risorse che ci fate avere ogni giorno grazie di essere komunisti MERDE.

Commenta