Roma, 3 gen – Il caso Qatargate continua a infittirsi sempre di più e la situazione delle personalità coinvolte si fa ogni giorno più problematica. Il presidente del Parlamento europeo, la maltese Roberta Metsola, ha annunciato di aver avviato una procedura di emergenza per venire incontro alla richiesta della giustizia belga, la quale ha chiesto con insistenza la revoca delle immunità degli eurodeputati Andrea Cozzolino del PdMarc Tarabella, parlamentare belga di origini italiane in forza ai socialisti e dal 2021 iscritto anche al partito italiano Articolo Uno dell’ex ministro della Salute Roberto Speranza.

Il Pd voterà per la revoca dell’immunità a chiunque è coinvolto nel Qatargate

Metsola annuncerà la richiesta di revoca in occasione della prima plenaria possibile il 16 gennaio e in seguito la richiesta verrà deferita alla commissione giuridica per una proposta di decisione: “Fin dal primo momento il Parlamento europeo ha fatto tutto quanto in suo potere per assistere nelle indagini e continueremo a assicurarci che non ci sia impunità. I responsabili troveranno questo Parlamento dalla parte della legge. La corruzione non può pagare e faremo di tutto per combatterla”, ha commentato così il presidente dell’Europarlamento. In merito alla questione il Partito democratico, tramite Brando Benifei, eurodeputato dem e membro supplente della Juri che valuterà la richiesta di revoca dell’immunità ha fatto sapere che voterà a favore, aprendo le porte al possibile arresto dei due imputati.

Trama sempre più fitta

Già il giorno successivo all’arresto di Francesco Giorgi, assistente parlamentare di Cozzolino e compagno di Eva Kaili, e di Pier Antonio Panzeri i nomi di Cozzolino e Tarabella erano finiti a più riprese sulle carte del Qatargate, complice anche una perquisizione nell’abitazione del politico belga. Ora la situazione per i due eurodeputati si fa escandescente, aspettando inoltre altri possibili nomi intrecciati alla fitta trama del Qatargate, sempre più profonda ogni giorno che passa.

Andrea Grieco 

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta