Roma, 9 sett – Arrestati a Roma tre uomini di un’età compresa tra i 65 e gli 85 anni per abusi sessuali su due minori di 14 anni. Gli uomini avrebbero adescato i bambini presso un’oratorio della Capitale e li avrebbero costretti ad atti sessuali approfittando del contesto degradato delle famiglie e della loro bassa condizione sociale.

Gli arresti

I tre uomini sono stati arrestati al termine di una indagine coordinata dai magistrati del Gruppo Antiviolenza della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma. Gli arresti, tramutati nell’ordinanza di domiciliari, sono avvenuti nelle prime ore in particolare nelle prime ore di lunedì scorso. Li ha eseguiti la IV Sezione della Squadra mobile di Roma, specializzata in reati di violenza di genere.

Abusi dal 2012 al 2018

I minori di 14 anni coinvolti sono due: i reati ascritti ai tre adulti sarebbero stati commessi con abuso di autorità e continuati nel tempo, dal 2012 al 2018. Uno dei tre orchi avrebbe dapprima conquistato la fiducia e simpatia dei due ragazzini, conosciuti all’interno di un oratorio della Capitale, per poi condurli in più occasioni nella propria abitazione. Non solo, li avrebbe poi, negli anni, condotti anche in  quella degli altri due indagati, sempre allo scopo di abusarne.

I soldi in regalo

Dopo aver approfittato sessualmente delle due giovani vittime, i tre uomini regalavano loro piccole somme di denaro, sapendo che i ragazzi si trovavano in condizioni di indigenza economica. Orribile il contesto in cui si sarebbe sviluppata tale dinamica malata; la maggiore età e la buona posizione sociale avrebbe portato i due ragazzini a fidarsi dei tre adulti per poi essere così subdolamente sottoposti a violenza sessuale. Su disposizione del Gip del Tribunale di Roma, In relazione ai gravi indizi di reato a loro carico, i tre pedofili sono dunque stati sottoposti agli arresti domiciliari, mentre ulteriori indagini a loro carico vanno avanti.

Ilaria Paoletti

Commenta