Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 22 giu –  Il monumento alla porchetta eretto a Roma, rigorosamente in travertino come da tradizione capitolina, non piace proprio a nessuno: in un sol colpo animalisti e comuni cittadini.



Il monumento alla porchetta

Il monumento alla porchetta, con tanto di testa di maiale e incisioni sulla pietra a immortalare la cotenna legata e compattata, sembra un monumento al cattivo gusto. E’ apparso nei giorni scorsi in piazza San Giovanni della Malva a Trastevere, su iniziativa del I Municipio con  – addirittura  – il patrocinio del Campidoglio e del Mibac.

Bocciato da tutti

Secondo quanto riporta Libero, i Trasteverini hanno bocciato a suon di sfottò social hanno il monumento alla porchetta. E siccome è coinvolta una povera vittima suina, pure gli animalisti della Lav si sono incazzati. Se ai romani non piace per via di evidente bruttezza, i secondi recriminano che che questa dubbia opera abbia “offeso i vegani di Roma e gli animali in genere”. Sempre secondo la medesima testata, sui social c’è   chi parla di 50mila euro spesi per il lavoro.

“Arte calpesta sensibiltà”

“Nelle intenzioni di Sabrina Alfonsi e Giuseppa Urso, rispettivamente presidente e assessore alla rigenerazione urbana del Comune di Roma 1, la statua dovrebbe celebrare l’antica tradizione romana del mangiare all’aperto – sottolinea LavMa in questo modo la sensibilità dei 300.000 vegani e i romani vegetariani si offendono, con un insulto al valore della vita degli animali, al loro sacrificio forzato in nome solo di una egoistica preferenza alimentare. Aggiunge David Nicoli, responsabile Lav Roma: «L’arte non è arte se calpesta la sensibilità delle persone. Questa scelta è emblematica del livello di consapevolezza e di visione che ancora oggi alcuni amministratori pubblici hanno della questione animale».

Ilaria Paoletti



La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Stavolta hanno ragione.. Lo trovo orribile, da qualsiasi punto di vista, fra quelli elencati, si voglia guardare.
    Una città come Roma, con le sue “bellezze”, i suoi monumenti, la sua storia.. non credo che meriti di essere umiliata così.
    Tirate via quella schifezza….

  2. Ma io sinceramente non sono per niente d’accordo l’arte è libertà di espressione che sia scomoda o meno, a prescindere dai capricci delle minoranze, al massimo giusto i residenti dovrebbero lamentarsi per quel coso di marmo in mezzo alla strada ma io da cittadino romano non ho alcun problema ad avere una porchetta in marmo per strada.

Commenta