romaRoma, 22 gen – Ha tentato di violentarla, la pestata, l’ha rapinata. È accaduto a Roma. Lui, neanche a dirlo, è una “risorsa”, ovvero un 31enne pachistano. La vittima è invece una turista finlandese di 40 anni. La donna si trovava in un ristorante vicino piazza dei Cinquecento, nella capitale, di mercoledì sera. A un certo punto, andata alla toilette, si è vista raggiungere dall’immigrato che l’ha seguita e si è slacciato i pantaloni.

Alla reazione della donna, che non voleva saperne di compensare le carenze affettive del povero migrante, l’uomo le ha sferrato un pugno al volto fratturandole naso e mandibola. Le ha poi ostruito la bocca con la mano per evitare di farla gridare mentre con l’altra cercava di sfilarle i pantaloni. L’aggressore se l’è poi presa con un’amica della finlandese, intervenuta in difesa della donna. Dopo una breve colluttazione, il pachistano ha anche rapinato la donna di 50 euro ed è fuggito fra i tavoli tentando di guadagnare l’uscita in strada. Ma prima si è trovato di fronte i camerieri, poi i poliziotti del commissariato e delle volanti che lo hanno disarmato e ammanettato. A questo punto, l’uomo ha anche minacciato con un coltello i poliziotti. Alla fine è stato immobilizzato e arrestato dagli agenti del commissariato Viminale. La finlandese è finita in ospedale: qui le hanno ricomposto la frattura del naso e della mascella e le hanno dato una prognosi di trenta giorni. Il suo aggressore è accusato di violenza sessuale e rapina aggravata.

Roberto Derta

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here