Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1 set – Quarantotto ore di terrore a Roma dove un peruviano di 34 anni ha rapito il figlio per terrorizzare la madre, ex sua compagna, inscenando la morte del piccolo di appena 5 anni.



Il rapitore, un peruviano di 34 anni

Il peruviano e la compagna hanno avuto una discussione la sera del 25 agosto scorso, per tutta risposta l’uomo ha portato via con sé il piccolo di cinque anni facendo perdere le sue tracce. Prima ha vagato per la città col figlio in lacrime che voleva tornare dalla madre, trovando ricetto in rifugi di fortuna, poi è arrivato a San Basilio, dove ha trovato appoggio da un connazionale.

La morte inscenata del figlio

Il peruviano, dunque, ha telefonato all’ex compagna e mamma del bimbo facendole credere di aver ucciso il piccolo e di averne occultato il cadavere in un cantiere abbandonato. In cambio della posizione dove si sarebbe trovato il corpo del figlio, avrebbe chiesto ossessivamente alla donna le ragioni sulla fine della loro storia.

L’allarme della madre

Gli investigatori dalla IV Sezione della Squadra Mobile di Roma, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma e allertati dalla madre disperata, non hanno escluso l’ipotesi che il bimbo potesse essere ancora vivo, setacciando i quartieri frequentati dal 34enne peruviano. La madre aveva addirittura ricevuto su Whatsapp la  foto del figlio esanime a terra.

L’arresto

Alla fine le instancabili azioni degli uomini del commissariato hanno permesso di  individuare il peruviano, arrestandolo in flagranza per il reato di sequestro di persona, in un fabbricato a San Basilio, dove si era nascosto con la complicità di un suo amico. Ritrovato anche il bimbo, visibilmente scosso, che ha immediatamente chiesto di essere portato dalla madre.  Il piccolo è apparso stremato e affamato; le sue condizioni hanno richiesto dunque anche una visita da parte dei sanitari per verificare lo stato di salute. Denunciato il connazionale e amico dell’arrestato: dovrà rispondere del reato di favoreggiamento personale. Per il 34enne peruviano, invece, nella serata di venerdì si sono aperte le porte del carcere.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta