Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 8 giu – I monopattini elettrici tanto decantanti dal sindaco Virginia Raggi evidentemente non sanno volare. Lo hanno scoperto i vigili del fuoco e il gruppo Parioli della Polizia di Roma Capitale quando ieri ne hanno trovato uno incastrato nella protezione di ferro che sovrasta il Muro Torto.

Il monopattino sul Muro Torto

Qualche vandalo buontempone ha deciso di lanciare uno dei monopattini elettrici che dovrebbero risolvere i problemi di inquinamento di Roma e anche quelli del traffico presentati dal sindaco grillino Virginia Raggi in pompa magna. L’autoscala dei vigili del fuoco, intervenuta presso il Muro Torto, ha rimosso il monopattino elettrico in sharing lanciato presumibilmente da Villa Borghese verso la strada ma rimasto impigliato nella rete che protegge la strada sottostante. Le immagini sono ben visibili sul sito di Roma Today.

Raggi: “E’ alla portata di tutti”

L’intervento è stato eseguito domenica pomeriggio, proprio vicino a piazzale Flaminio e a piazza del Popolo. Il monopattino incastrato ha fatto sì che per la rimozione venisse bloccata la viabilità anche nella vicina piazza Fiume. A Roma sappiamo bene che spesso sharing di mezzi “ecosostenibili” come biciclette e non da ultimo i monopattini è sinonimo di degrado: se ne ritrovano a decine nel Tevere, abbandonati o distrutti agli angoli delle strade. E questo è senza dubbio sinonimo di inciviltà, niente da dire. Tuttavia un certo tipo di degrado è “tipico” della Capitale sotto la guida di Virginia Raggi. “Prima del Covid pensavamo che il monopattino fosse un mezzo esclusivamente per i turisti” aveva detto la Raggi alla presentazione della flotta di monopattini “ora che il turismo è momentaneamente fermo i romani hanno scoperto questo strumento che è sostenibile, pratico e alla portata di tutti”. E con questo ultimo epxloit, anche il monopattino entra di diritto nella vita quotidiana di Roma ai tempi di Virgi.

Ilaria Paoletti

4 Commenti

  1. Cioè….uno stronzo butta un monopattino giù da un muro e la colpa è della sindaca Raggi? Questo è il Primato Nazionale delle cazzate!

  2. Articolo del cazzo, a parte che questi atti di vandalismo ci sono in tutte le città. La cosa più grave è che da la colpa alla Raggi

  3. E non vi vergognate di scrivere un articolo del genere?
    Facendo dell’ironia e non condannando fermamente questi imbecilli che hanno compiuto un gesto del genere vi rendete in parte complici.

Commenta