Il Primato Nazionale mensile in edicola

BlatterRoma, 4 giu – Un’altra tegola colpisce il Mondiale del 2022: la designazione del Qatar sarebbe stata comprata a furor di tangenti. Quelle pagate dall’allora presidente della Confederazione asiatica del calcio – il qatariota Mohammed Bin Hammam – ai delegati Fifa africani.

L’accusa è del Sunday Times, venuto in possesso di documenti che comproverebbero la corruzione. Il giornale di Rupert Murdoch ha due ottimi motivi per sollevare il polverone: la ricerca dello scoop, e la rivincita contro il Qatar, designato beffando anche l’Inghilterra, che ora alza la mano per essere ripescata.
L’impianto accusatorio regge anche alla luce di altri dati: le discutibili procedure di votazione all’interno della Fifa, nonché il fatto che Bin Hammam sia già stato squalificato a vita dalla federazione per corruzione nel 2011.

Si tratta del secondo scandalo che colpisce l’evento del 2022, dopo le dettagliate accuse riguardanti gli operai morti nella costruzione degli stadi. Lavoratori immigrati, usati come schiavi per costruire le piramidi del calcio, che muoiono al ritmo di uno al giorno.

Joseph Blatter, il monarca del calcio mondiale, si trova così fra i piedi un altro scheletro da infilare in un armadio già pieno. Mentre fatica a tenere insieme i pezzi del Mondiale brasiliano, sconquassato dalle rivolte nel paese, rischia di cadergli di mano anche il prossimo. Il tutto mentre fa l’equilibrista sulla corda che dovrebbe portarlo alle elezioni del governo della Fifa il prossimo anno. Intanto sui giornali rivengono a galla le accuse di corruzione che avevano già colpito alcuni Mondiali precedenti, oltre alla stessa elezione di Blatter nel 1998.

Guardata con la lente di ingrandimento, la Fifa non ha una bella faccia, mentre sotterra morti e tangenti sotto le campagne pubblicitarie per i diritti umani. Gli unici bersagli che addita con determinazione sono i cori politicamente scorretti e i tifosi. Tutto il resto rovinerebbe la favoletta del calcio moderno. Tutto il resto è Doha.

Simone Pellico

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta