Il Primato Nazionale mensile in edicola

Siracusa, 19 mag – Dal 214 al 212 a.C. il mare di fronte all’incantevole isola di Ortigia fu teatro dell’assedio romano a Siracusa. Luogo che dopo duemila anni profuma sempre di storia, di identità, di valori e di genio immortale come quello di Archimede e dei suoi “specchi ustori” che inflissero ingenti perdite all’Impero. Oggi pescherecci, yacht, e navi da crociera sono ospiti abituali delle banchine che si insinuano tra l’isola e la terraferma in un via vai pacifico che indica un ritorno, si spera, alla normalità. Qualcosa da un paio di giorni, però, disturba l’occhio del visitatore ed è la Ocean Viking, costruita in Norvegia per il trasporto di piattaforme galleggianti, ma da due anni affittata dall’Ong francese SOS Méditerranée al fine di traghettare clandestini dall’Africa all’Europa.

Sangue di Enea Ritter

Ong Ocean Viking, blitz di CasaPound: “Tornate in Norvegia”

Ieri sera militanti di CasaPound hanno effettuato un blitz contro questo incancrenito sistema di trasporto e accoglienza perché “qui non c’è posto per chi lucra sulle persone”. Il messaggio è chiaro e parte dallo striscione esposto proprio davanti alla nave: “Ocean Viking go to Norway“.

Black Brain

“La nostra vuole essere un’azione dimostrativa contro una politica fondata sul traffico di esseri umani: quello dei migranti è un business e non può essere definito in altro modo”, afferma un portavoce di CasaPound. “Il nostro Paese e le sue coste sono diventati un centro di accoglienza a cielo aperto dove, evidentemente, associazioni fintamente umanitarie e le altre nazioni europee pensano di poter scaricare il problema di migliaia di persone alla ricerca di un falso miraggio di libertà. Invece di intervenire per rendere stabili le zone di provenienza dei flussi migratori, l’Europa prosegue con politiche di destabilizzazione, lasciando poi il problema della gestione degli immigrati all’Italia, lavandosene le mani”. Dopo la protesta avvenuta a Porto Empedocle, domenica scorsa, CasaPound prosegue nelle sue azioni contro una situazione che andrà a peggiorare.

Una situazione destinata a peggiorare

I numeri sono inclementi e nelle prossime ore assisteremo sicuramente all’attracco a Palermo anche della Sea Eye 4, con 415 clandestini a bordo. In un tweet di poche ore fa, riportato dall’account @sea-eye il dottor Stefan Mees ha dichiarato: “Tra due giorni ci sarà brutto tempo. Temo che la situazione a bordo poi sfugga di mano”. Ebbene anche la Ocean Viking che ad inizio mese portò il suo carico umano ad Augusta (dove è rimasta per la quarantena di 15 giorni) è pronta a tornare in Libia. “Le Ong presenti nel Mediterraneo sono le prime alleate dei mercanti di schiavi che lucrano e spingono disperati, e non, a lasciare il proprio Paese per arrivare in Europa”, spiegano in una nota i militanti della tartaruga frecciata.

“L’invito ad andare in Norvegia rappresenta un chiaro monito: smettere l’attività di traghetto per clandestini e tornare ad essere prolungamento dell’autorità territoriale del Paese scandinavo per svolgere il compito per cui fu costruita, e cioè il trasporto di piattaforme galleggianti. In Sicilia si preannuncia un anno in cui si batteranno tutti i record di sbarchi e l’UE plaude la Spagna per il pugno di ferro adottato nella vicenda. Ceuta, ma resta in silenzio verso l’Italia, che dal canto suo non muove un solo dito per difendere i propri confini. CasaPound è e sarà in prima fila nella protesta contro questo immobilismo ingiustificato. E con questa azione – conclude la nota di Cpi – vogliamo ricordare che non intendiamo accettare passivamente decisioni dettate solo ed esclusivamente dai soldi: i trafficanti di esseri umani qui non sono i benvenuti, neanche quando si mascherano da buoni samaritani.”

Emanuela Volcan

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. La situazione Italiana è al limite, la politica è una vergona, la sinistra è al delirio, ma davvero pensano che far entrare indiscriminatamente tutti sia una buona idea? Si sentono più buoni lasciandoli entrare e poi farli morire di fame o costretti a rubare? Una follia pura, e la chiesa li incita pure, senza poi muovere un dito per aiutarli, se ti opponi vieni bollato come fascista, penso invece che stiamo assistendo ad un rigurgito comunista che non avendo nient’altro da dire trova interessante insultare chi non la pensa come loro, ma per quanto dovremmo assistere ancora a questo ignobile teatrino?????

Commenta