Il Primato Nazionale mensile in edicola

Sondrio, 18 dic – Nella vicenda che ha visto balzare agli onori delle cronache la città di Sondrio per le peggiori ragioni, intervengono i Carabinieri: nessun insulto razzista alla mamma nigeriana.

Le parole dei Carabinieri 

La conferma di quanto sopra arriva direttamente dai Carabinieri che dichiarano ad Adn Kronos che “nella zona del pronto soccorso dove sostava la giovane mamma nigeriana che ha perso la bambina di 5 mesi lo scorso 14 dicembre non c’è stato nessun commento e nessun insulto razzista perché presenti erano solo lei, il marito, il personale medico, una parente e i carabinieri”. In breve, non ci sono prove che qualcuno possa aver insultato la povera donna, perché non è affatto passata oer la ‘normale’ sala di attesa. Inoltre, nessun cittadino (tanto meno la sardina che ha denunciato il fatto sui social) si è presentata al comando di zona oer sporgere denuncia, anche contro ignoti.

Il sindaco : “Non alimentate odio” 

Marco Scaramellini, sindaco si Sondrio, ga rilasciato anche lui una ferma dichiarazione : “La sola cosa da dire e da fare in questi casi è quello di stringersi attorno alla mamma per quello che ha sofferto lasciando fuori tutto il resto”.  ”Ieri con diversi ex sindaci ci siamo riuniti proprio per confrontarci su questa vicenda” dice Scaramellini sempre ad Adn Kronos “siamo di fronte a una tragedia e la nostra comunità è sicuramente vicina a questa mamma. Ma non si può strumentalizzare una vicenda dolorosissima per montare accuse irricevibili rivolte a una comunità che non le merita”.” Se ci sono state dichiarazioni o insulti razzisti il conto lo pagherà quella o quelle persone ritenute responsabili. So che le frasi razziste sono state riportate da una persona, ma su quelle io non mi posso pronunciare, lascio la valutazione alle forze dell’ordine’‘ conclude il primo cittadino di Sondrio. Ma aggiunge ancora una riflessione che forse va a colpire proprio il punto focale della gestione di questa notizia : “Di fronte al razzismo non si deve mai abbassare la guardia ma non si può neanche alimentare l’odio, un approccio incomprensibile, mentre su fatti come questo sarebbe meglio chiedere rispetto e silenzio e lasciare lavorare le forze dell’ordine e non montare dei casi che alla fine alimentano appunto solo l’odio”.

Ilaria Paoletti 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Con il centrodestra al 50% i pupazzi dei banchieri stranieri che si sono comperati l’Italia, aziende e banche pubbliche compresa la Banca d’italia,non sanno piu’ cosa inventarsi per dare addosso a chi vuole proteggere la sovranità del nostro paese dalla schiavitu’ della dittatura finanziaria

  2. Ora i COGLIONI di DX che hanno gridato allo scandalo DEVONO chiedere SCUSA ai
    Valtellinesi , Capito GELMINI , MELONI ???????

    Prima di dar retta ad una sardina …. contate fino a 1.000.000.000.000 , poi mandatela affanculo .

Commenta