Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 apr — Si chiama «test del fazzoletto» la prova di verginità a cui vengono sottoposte le giovanissime ragazze gitane prima di poter convolare a nozze. E’ quando viene mostrato in un docu-reality trasmesso in Francia dall’emittente privata Tfx e intitolato Incredibili matrimoni gitani. 

Test di verginità per giovanissime gitane

Il documentario descrive le tradizioni e lo stile di vita degli appartenenti alla comunità gitana catalana insediata nel sud della Francia, nella città di Perpignan. Nella scena — che ha sollevato un vespaio di polemiche e ha scandalizzato la Francia — sono mostrati i preparativi di un matrimonio tradizionale gitano, compresa la famigerata «cerimonia del fazzoletto». La futura sposa, giovanissima, viene obbligata a sdraiarsi su di un letto e a farsi esaminare dalle «matrone» della famiglia, che si accertano della verginità verificando l’integrità dell’imene.

«Su questo letto, una donna testa la resistenza dell’imene di Naomi con un tessuto delicato — così recita la voce narrante della trasmissione — La ‘cerimonia del fazzoletto’ è ancestrale e ineludibile. Se Naomi ha avuto rapporti sessuali, il matrimonio non avrà più luogo». Nel corso del documentario le donne della comunità nomade difendono il rituale: si tratterebbe di una garanzia per la famiglia del ragazzo.   

La protesta del ministro Schiappa

La scena trasmessa ha suscitato lo sdegno del ministro della Cittadinanza Marlene Schiappa. Esprimendosi contro il documentario ha inviato una durissima lettera di protesta alla commissione nazionale di vigilanza sui contenuti audiovisivi. «Il video ha ridicolizzato tutta l’istituzione repubblicana del matrimonio», attacca Schiappa. Poi stigmatizza la scelta di mostrare la scena «senza commenti adeguati in sottofondo». «Questa pratica viene descritta come il vero momento del matrimonio, in spregio delle leggi repubblicane». Eppure, «lo scorso febbraio l’Assemblée Nationale ha votato, nell’ambito della legge contro i separatismi, l’obbligo del consenso degli sposi e il divieto dei test di verginità».

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. “Il documentario descrive le tradizioni e lo stile di vita degli appartenenti alla comunità gitana”… francamente non me ne importa una cippa

Commenta