Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 lug – Avevate nostalgia delle amenità di Oliviero Toscani? Noi no, ma con tutta evidenza l’ex fotografo di Benetton non riesce proprio a evitarle. E’ più forte di lui, a ogni piè sospinto sente il bisogno di sparare una bischerata inutile. Così, a L’aria che tira-Estate, su La7, ha sentenziato: “L’immigrazione sarà la ricchezza del futuro, non saremo civili finché non ci sarà la libera circolazione dell’essere umano nel mondo”. Ma certo, maledetti barbari di tutto il mondo che da secoli hanno la bizzarra convinzione di averla creata la civiltà, grazie appunto all’esistenza di precisi confini che delimitato gli Stati sovrani. Volete mettere un bel caos anarchico senza frontiere? Allora sì che tutti saremmo più ricchi e giocondi.

L’attacco a Salvini

“E’ pazzesco, non siamo civili. L’immigrazione sarà la ricchezza del futuro, non ho mezze parole. Finché non si capirà questo, non ci sarà futuro”, ha difatti ribadito Toscani. Finita la nauseante lezioncina da fotografo radical chi? Neanche per sogno, visto che c’era ha colto l’occasione per attaccare di nuovo a vanvera Matteo Salvini. Proprio nel giorno in cui il Senato decide se mandare a processo il leader leghista per la vicenda Open Arms. “C’è qualche politico che più di altri sembra un pugile suonato, non faccio il nome ma credo venga mandato a processo. Non ho fatto il cognome, basta, ho 40 cause con questo signore. Le ho vinte tutte al di fuori di una…”. Come al solito, un bel tacer…

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

Commenta