Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 1 mag – Davvero una bella gaffe quella del presidente della Liguria Giovanni Toti, che nel corso di un’intervista a  Diritto e Rovescio, trasmissione di Rete 4, parlando della richiesta sua e di altre regioni del centrodestra di avere più autonomia rispetto alle “fasi” imposte dal governo se n’è uscito dicendo che il Molise non ha il mare e i suoi abitanti si bagnano in “qualche fiumiciattolo”.

Toti: “I molisani fanno il bagno a fiume”

Toti, facendo eco a tutti quei governatori di centrodestra (Jole Santelli in primis, seguita dai governatori di Sardegna, Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Sicilia, Calabria, Basilicata, Abruzzo e, appunto, Molise) che premono per la riapertura delle attività commerciali nelle loro regioni. Toti ha quindi specificato che secondo lui le riaperture regionali devono svolgersi sulla base delle caratteristiche della regione presa a sé,  non solo sulla base del contagio ma anche sulla base delle caratteristiche geografiche. Per illustrare la sua idea, Toti dice che riaprire le spiagge in Liguria sarebbe un problema perché essendo molto frequentate si creerebbero assembramenti, mentre questo problema ad esempio non vi sarebbe in Molise dove, secondo il governatore ligure, al massimo le persone andrebbero «su una spiaggia di un fiumiciattolo o di un lago». Peccato che il Molise abbia il mare, in effetti: si affaccia sul Mar Adriatico!

Roberti (sindaco Termoli): “Toti venga qui a vedere”

E proprio il sindaco di Termoli, città molisana che si affaccia sul Mar Adriatico, Francesco Roberti, risponde per le rime a Toti: «Spiagge molisane paragonate a quelle di un lago o di un fiumiciattolo? Toti venga in Molise a conoscere la nostra realtà». «Come sindaco di Termoli, presidente della Provincia di Campobasso e rappresentante della Costa dei Delfini sono rimasto molto colpito dalle dichiarazioni rilasciate dal presidente della Liguria Giovanni Toti durante una trasmissione televisiva”  ha detto ancora Roberti. “Paragonare le spiagge del Molise a quelle di un “fiumiciattolo” o di un “lago” è stata la classica uscita di cattivo gusto di cui ne avremmo fatto sinceramente a meno. Con quelle dichiarazioni Toti ha offeso non solo il Molise ma bensì tutti i molisani”.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

  1. Non è cattivo gusto: è ignoranza.
    Ma in Italia funziona cosi: se hai studiato è difficile che ti votino o che ti possa anche soltanto presentare alle ardue selezioni per guidare il nostro paese.
    Vedi Pizzarotti e Federico II di Svezia…

  2. Ma come siamo severi… Ha dato della Svizzera al Molise! Certo che a furia di voler o dover essere dappertutto si prendono lucciole per lanterne! E non vale solo per Toti.

Commenta