Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 4 nov – “Ora c’è un’altra guerra da vincere. Per voi, per i vostri figli, per la nostra nazione. Se combatterete, se sarete pronti al sacrificio, se non vi arrenderete a chi vi vuole nascosti e passivi, allora anche noi saremo al vostro fianco nella lotta. E allora sì, andrà tutto bene”. Si conclude così la lettera che in tutte le regioni italiane, davanti ai monumenti dedicati alla Grande Guerra, i militanti di CasaPound hanno letto per ricordare la Vittoria. E’ firmata “I vostri nonni” e suona come un monito ad alzare la testa in un momento particolarmente difficile. Perché i nostri nonni quella guerra l’hanno combattuta e vinta.

Un video da brividi

Il video realizzato da Cpi e che vi mostriamo, è da brividi. Come fortemente d’impatto sono le simboliche trincee installate dai militanti della tartaruga frecciata davanti ai suddetti monumenti in un centinaio di città d’Italia, dal confine alpino fino a quello mediterraneo, dalle località di montagna a quelle bagnate dal Mare nostrum, seguendo un profondo limes ancestrale in cui scorre il sangue glorioso dei nostri antenati che lo hanno solcato, difeso e disseminato di bellezze. Vedere decine di cavalli di frisia ricoperti di filo spinato, a comporre una cornice orgogliosa, fa capire che in Italia c’è ancora una generazione in piedi, che ricorda, respira e lotta. E lo fa incoraggiando tutto il popolo a seguire l’esempio, per superare un tremendo periodo di crisi causato dalla pandemia.

Spirito di lotta e vittoria

“La nostra nazione ha conosciuto nella sua storia immani tragedie e profonde crisi economiche, trovando sempre la forza e il coraggio per superare i periodi più bui – si legge nella nota di CasaPound – I nostri nonni, che qualcuno vorrebbe dimenticati, hanno combattuto oltre ogni umano limite per consegnarci una grande Italia oggi vilipesa e svuotata di ogni sua conquista politica e sociale. Non possiamo restare a guardare mentre questo governo di incompetenti continua a svendere la nostra nazione restringendo le nostre libertà. Dobbiamo scendere dai balconi ed entrare in trincea”.

D’altronde “cent’anni fa gli italiani vinsero contro l’Impero Austroungarico e l’epidemia ‘Spagnola’ – scrive ancora Cpi – ma ci riuscirono soltanto grazie a immensi sacrifici. Con questa azione fuori dai tempi intendiamo rivendicare quell’antico spirito di lotta e vittoria scolpito nel dna del popolo italiano, ricordando ai nostri connazionali che è proprio in momenti come questo che i nostri padri hanno forgiato la grandezza della Patria”.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. In questi momenti bui sentir parlare di patria fa venire la pelle d’oca, dovremmo tutti ringraziare Casa Pound per il coraggio che stanno dimostrando, ormai soltanto lottando possiamo ripristinare una dignità a questo paese, avanti e grazie.

Commenta