Il Primato Nazionale mensile in edicola

Piacenza, 26 dic – «Bevete vino, gli astemi non vanno in paradiso». Così don Pietro Cesena, parroco di Borgotrebbia, alla periferia di Piacenza, torna a far parlare di sé in un’omelia natalizia che è diventata subito virale.



Il sacerdote era salito già agli onori della cronaca, nell’aprile scorso, in pieno lockdown. In quell’occasione, nonostante i divieti decise di officiare ugualmente la Messa e per questo venne sanzionato, dovendo pagare 400 euro di multa. Davanti alle telecamere del Tg2 il don  aveva ribadito energicamente il diritto dei fedeli di ricevere l’Eucaristia. Poi aveva spiegato: «Io rispondo per il mio essere prete. Stiamo pensando al dramma psicologico della gente che in questo momento sta cominciando ad andare fuori di testa?».

Don Cesena invita a bere vino perché gli astemi non vanno in paradiso

Adesso Don Cesena, potendo legittimamente officiare la celebrazione della messa, è finito nuovamente sotto i riflettori per un’omelia natalizia decisamente singolare. Il sacerdote ha infatti dichiarato, testualmente: «vi invito oggi a mangiare bene e a bere con abbondanza, ma non la Coca Cola! Vino buono, perché il vino è segno della vita eterna! In paradiso fratelli miei gli astemi non potranno entrare, perché si beve il vino». Oltre che sui social e sui giornali, dai quali l’omelia, con tanto di video, è stata ripresa, Don Cesena sembra aver convinto fortemente i suoi parrocchiani, i quali gli hanno tributato scroscianti applausi e forti ovazioni mentre ancora stava parlando.

Aldo Milesi



La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Il trebbianino non è più buono come una volta… Si sono accaparrati pure quello!
    Comunque porti i parrocchiani a pranzo con lui per fare certe battute…, non in luogo sacro!

  2. Ma come ? Piacenza, 26 ago ?
    Comunque, facciamo gli auguri a don Pietro, che sta ricoverato per il covid-19.

Commenta