Il Primato Nazionale mensile in edicola

Siena, 20 giu – Non vi è alcuna possibilità, al momento, di valutare i danni cerebrali di Alex Zanardi. Il Dottor Giuseppe Oliveri, neurochirurgo che ieri sera ha operato l’atleta paralimpico, ha fatto poco fa il punto sulle sue condizioni. Zanardi è ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena dopo il terribile incidente subìto a bordo della sua hand-bike ed è attualmente ricoverato in terapia intensiva in condizioni gravissime. «Le sue condizioni sono gravi ma stabili – ha spiegato il neurochirurgo – È arrivato da noi con un trauma importante, un fracasso facciale e una frattura affondata delle ossa del frontale». Più nello specifico, «Ha parametri emodinamici e metabolici stabili. E’ intubato e supportato da ventilazione artificialementre resta grave il quadro neurologico. È stato operato per “rattoppare” la situazione. I suoi numeri sono buoni, ovviamente in questo momento neurologicamente non è valutabile».

A chi gli chiede se è ottimista, Oliveri risponde: «Lo curo perché vale la pena di essere curato, essere ottimista o meno serve a niente. Se avrà danni permanenti? Sono ipotesi che non hanno senso, non si può sapere come sarà la prognosi domani, tra una settimana o due». Il quadro di Zanardi è grave perché «è in una situazione in cui può anche morire. I miglioramenti può esserci nel tempo, i peggioramenti invece possono essere repentini», sottolinea. La situazione maxillo-facciale è stata invece «trascurata» perché per l’atleta sussisteva «un rischio di vita immediato», ma aggiunge che «l’intervento è andato come doveva andare, era la situazione iniziale a essere tanto grave».

Nel frattempo Procura e carabinieri sono ancora impegnati nella ricostruzione della dinamica dell’incidente; al vaglio degli inquirenti anche un video amatoriale della scena. Ancora ignote le cause dell’improvviso cambio di direzione dell’handbike. I carabinieri hanno portato a Siena il camion contro cui Zanardi si è schiantato e lo hanno posto sotto sequestro. Per il conducente del mezzo è stato predisposto l’esame tossicologico e alcolemico, che sono in seguito risultati negativi. Il 44enne autista del camion è stato iscritto nel registro degli indagati per lesioni gravissime da incidente stradale. Lo ha confermato il capo della Procura senese, Salvatore Vitiello. «E’ un atto dovuto», ha dichiarato il procuratore.

Cristina Gauri

4 Commenti

  1. e’ completamente pazzo ma pensiamo agli operai che muoiono sul lavoro questi pazzi che rischiano la vita per pura adrenalina gli sta benone

  2. eroe eroe ma di che cosaaa?? oramai il mondo e’ completamente impazzito!!! eroe e’ chi lavora gli operai sono eroi non chi va a rischiare la vita in montagna per puro divertimento oppure chi corre a 300 all’ora come questo pazzo ma andate a lavorare e producete !! invece di fare i cugluni

Commenta