Roma, 13 gen – Per anni intellettuali e politici di sinistra hanno vantato una (presuntissima) superiorità morale da sbattere in faccia a una destra becera, cafona e sguaiatamente populista. Se la tesi era già traballante di suo, il Qatargate l’ha completamente affossata. Perché un conto è il «bunga bunga» berlusconiano, imbarazzante quanto si vuole, ma pur sempre innocuo; tutt’altro conto è intascare ricche mazzette da uno Stato straniero che, peraltro, ha investito parecchio in Italia negli ultimi anni. Ecco quindi il motivo per cui la nuova copertina del Primato Nazionale è tutta dedicata a quell’«immorale sinistra» che predica bene ma razzola malissimo.

Qatargate e «lotta al contante»

Oltre al Qatargate, un altro tema che ha tenuto banco in queste settimane è stata la cosiddetta lotta al contante. L’opinione pubblica si è subito polarizzata tra chi vorrebbe pagare con la carta di credito anche il leccalecca e chi ha lanciato anatemi contro il Pos in quanto «strumento del demonio». Ecco perché nel nuovo numero del Primato Nazionale troverete un ampio focus sui vantaggi e gli svantaggi della moneta elettronica. Si tratta di tematiche complesse da non banalizzare: è veramente inevitabile la scomparsa delle banconote? Corrisponde a verità che i pagamenti online risolveranno definitivamente, come per magia, la piaga dell’evasione fiscale? Come dobbiamo porci di fronte a un fenomeno in forte espansione come quello delle criptovalute? È davvero opportuno invocare ulteriori controlli in una «società della sorveglianza» sempre più invasiva? Insomma, i temi sono tanti e delicati, da trattare senza farsi prendere dalla sindrome del tifoso.

Puoi acquistare la tua copia del Primato Nazionale in versione cartacea e digitale direttamente sulla nostra edicola (clicca QUI)

I contenuti del Primato Nazionale

Per il resto, il Primato Nazionale è come sempre ricco di inchieste, rubriche e approfondimenti culturali che spaziano dalla politica all’economia, dalla storia alla letteratura, dagli esteri alla filosofia. Una menzione speciale la meritano un’inchiesta di Francesca Totolo sulle nazioni occidentali – anche le più insospettabili – che combattono sul serio l’immigrazione clandestina, infischiandosene della retorica no border, e un articolo in cui Cristina Gauri propone un utilizzo intelligente e necessario di TikTok per scopi di guerriglia politico-culturale. Questo mese, inoltre, è possibile acquistare in abbinamento alla rivista il primo volume degli «Imperdonabili», la nuova collana di allegati del Primato Nazionale. Il quaderno di gennaio, scritto da Adriano Scianca, è dedicato a Ezra Pound, l’Omero del Novecento.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta