Roma, 31 mar – Dopo l’annuncio dell’uscita il 5 maggio prossimo di Guerre, il primo dei manoscritti inediti del romanziere Louis-Ferdinand Céline ritrovati fortunosamente la scorsa estate, Gallimard annuncia la pubblicazione delle altre opere inedite e di una mostra a tema che si terrà alla galleria Gallimard di Parigi, come riferito dal periodico Livres Hebdo del 30 marzo 2022.

Céline, i manoscritti inediti: l’annuncio di Gallimard

Il romanzo Guerre apparirà il 5 maggio nella collana “Blanche” in un’edizione curata dallo specialista di letteratura del XX secolo Pascal Fouché e con una prefazione dell’avvocato François Gibault, esecutore testamentario e curatore dell’opera letteraria dello scrittore. Gallimard parla nella sua presentazione dell’opera di “duecentocinquanta pagine di romanzo ambientato nelle Fiandre durante la Grande Guerra […] ossia la prima bozza del manoscritto, scritta circa due anni dopo la pubblicazione del Viaggio al termine della Notte“.

celine

“Céline, tra racconto autobiografico e lavoro di immaginazione, solleva il velo sull’esperienza centrale della sua esistenza: il trauma fisico e morale del fronte, denunciando la guerra come un ‘mattatoio internazionale folle’”, aggiunge Gallimard. La casa editrice ha anche in programma una mostra dal titolo “Céline, i manoscritti ritrovati”, alla galleria Gallimard di Parigi, dal 6 maggio al 16 luglio, curata dall’archivista e storico Alban Cerisier.

Altri due testi inediti

Seguiranno in autunno altri due inediti: Londra, prosecuzione di Guerre riprendente dalla partenza del protagonista céliniano per l’Inghilterra e le sue avventure a Londra e il racconto in stile di saga medievale La volontà di re Krogold, e nel corso del 2023 la nuova edizione di Casse-Pipe, del quale era stata in precedenza pubblicato solo la prima parte, unico frammento conosciuto prima della scoperta del manoscritto di ben 600 fogli assieme agli altri inediti, e del terzo volume dei romanzi di Céline nella prestigiosa Bibliothèque de la Pléiade.

Andrea Lombardi

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Sarebbe ancora più interessante se si affiancassero nel testo i manoscritti originali, così come mostrate qui nella foto. Sarà forse così ?
    Grafia, specchio dell’ anima …

  2. Il PROBLEMA DI CELINE SONO LE TAROCCHERIE DELLE STAMPERIE EDITRICI… DEI TESTI ORIGINALI DI “SAYLING” CHE VENGONO MACIULLATI E ARTEFATTAMENTE SCARABOCCHIATI…

    “… Un pezzo fondamentale del lavoro dello scrittore viene portato alla luce. Perché Céline, a metà tra racconto autobiografico e opera d’immaginazione, solleva il velo sull’esperienza centrale della sua esistenza: il trauma fisico e morale del fronte, nel “mattatoio internazionale della follia”. Segue la convalescenza del brigadiere Ferdinand dal momento in cui riprende conoscenza, dopo essere stato gravemente ferito sul campo di battaglia fino a quando parte per Londra. Nell’ospedale di Peurdu-sur-la-lys, oggetto di tutte le attenzioni di un’intraprendente infermiera, Ferdinand, dopo aver fatto amicizia con il suo tenero Bébert, inganna la morte e si affranca dal destino che fino ad allora gli era stato promesso. Questo tempo brutale di disillusione e di presa di coscienza, che l’autore non aveva mai affrontato sotto forma di una recita letteraria autonoma, appare qui nella sua luce più cruda. Vent’anni dopo il ’14, il Passato, “ancora schiavo dell’oblio”, assume “piccole melodie lungo la strada che nessuno mai gli ha chiesto”. Ma lui resta vivo, è per sempre ineludibile, e Guerre ne è testimone tanto quanto il resto dell’opera di Céline.” (La presentazione di “Guerre” dell’editore: Gallimar – La mia traduzione dall’originale)

    “Il mattatoio internazionale della follia – il Passato – ancora schiavo dell’oblio … piccole melodie lungo la strada che nessuno mai gli ha chiesto”… ed ancora…

    “La Leggenda del Re Krogold”
    “Si tratta, come lo avevo avvertito, di Gwendor il Magnifico, Principe della Cristiania… Noi arriviamo… Sta per spirare… nel momento stesso in cui ti parlo… Il suo sangue sta uscendo da venti fessure… Le armate di Gwendor hanno appena subito un’abominevole disfatta… Il Re Krogold in persona nel corso della mischia ha riconosciuto Gwendor…”

    “Era della mia leggenda”
    Dice Celine… Quindi cazzo di budda già il titolo è storpiato… MERDA!…

    Allora io non conosco il testo originale “La mia Leggenda” ma dalla mia conoscenza del Genio Veggente io azzardo…
    Buona lettura
    https://telegra.ph/Le-crociate-del-diavolo-condotte-dalla-spina-rosa-bianca-03-31
    By Manlio Amelio

Commenta