Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 9 dic – Galeotto fu il “gineconomo”: la pagina Facebook dell’autorevole vocabolario di greco Lorenzo Rocci, ha osato fare una battuta e ora l’accusa è quella di sessismo e mezzo internet è letteralmente impazzito.



Il Rocci e il “gineconomo”

Il Rocci, chi ha fatto il liceo classico lo sa, è il più antico vocabolario di greco in uso nei licei italiani. La sua seguitissima pagina Facebook ogni giorno dispensa perle di saggezza o semplici curiosità, pubblicando parole e verbi dal greco e la loro definizione. Quello “incriminato” è il termine “gineconomo”: “magistrato in Atene e altre città greche, ispettore o sorvegliante dei costumi, dell’abbigliamento, delle donne”.

Black Brain

E “quelli bravi” inorridiscono: “E’ sessismo”

“Dagli antichi Greci abbiamo solo da imparare…”, ha scritto (probabilmente) il social media manager della pagina del Rocci. E sebbene sia evidente che è solo una battuta (dic certo non peggiore o più “sessista” di quelle che quotidianamente dispensa Luciana Littizzetto) in pochi minuti sotto il post s’è scatenata una ἀμφισβήτησις (scusate non me la sentivo di usare la parola “shitstorm“) epocale.  Rolling Stone gli ha addirittura dedicato un articolo di reprimenda, evidenziato come per due giorni la pagina abbia bellamente ignorato “le proteste di sottolineava il sessismo implicito nella foto”. Poi, oggi, la decisione: “su gentile richiesta abbiamo rimosso il post che ha urtato molte sensibilità!“, questo compare sulla pagina del Rocci. Ma, in effetti, il post incriminato è ancora lì. L’ennesima beffa del Rocci: solo che questa volta invece di deludere le aspettative di chi cerca di trovarci un pezzo di versione, ci rende felici trovando ancora sulla pagina una battuta scorretta.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Secondo me il primo sessista della storia fu Adamo, che si svelò quando, per indicare Eva, la chiamò “la donna che tu mi hai messo accanto”.

Commenta