Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 sett – Di Federica Angeli, giornalista sotto scorta di Repubblica, abbiamo già scritto. Non ci sono notizie su altre scottanti inchieste sulla mafia a Ostia. La notizia è che si aggiunge un nuovo capitolo sul culto di sé che la Angeli innegabilmente nutre. Attraverso il cinema, romanzi ed eventi, l’immagine della Angeli spesso va a sovrapporsi (e a sostituire) i contenuti. Lo dimostra l’ultima iniziativa: quella di un “talent antimafia” che ruota, a conti fatti, attorno a lei.

L’Associazione #Noi (di cui la giornalista è fondatrice e presidente onoraria)

Il talent è organizzato dall’Associazione #Noi, con sede a Ostia. Fondata dalla stessa giornalista, che ne è anche presidente onoraria, #Noi ha una mission molto nobile: “Promuovere e diffondere la cultura della legalità in ogni angolo del territorio nazionale costruendo sinergie politico-culturali e organizzative capaci di fare rete”. Principale ispirazione di #Noi è, ovviamente, la figura della Angeli: è scritto nella descrizione sul sito web dell’Associazione. Presidente di #Noi è Dino Cassone, giornalista e scrittore. Cassone è molto attivo come autore sulla pagina “Go Fasano”, dedicata alla cittadina pugliese. A Fasano l’associazione #Noi ha un presidio – l’unico oltre Ostia – vi terrà una “Festa della Legalità” e un torneo di Padel antimafia (si, avete letto bene).

Murale di Ostia, antifascismo e Berizzi: non manca proprio niente

Scorrendo i comunicati presenti sul sito web dell’Associazione #Noi, la sensazione che l’organizzazione altro non sia se non un’emanazione diretta di Federica Angeli si fa più percettibile: grande spazio hanno ovviamente tutte le vicende relative al murale di Lido Nord a Ostia, gli aggiornamenti sul processo Spada e tutti gli eventi a cui partecipa o che sono patrocinati dalla giornalista. Siccome poi dalla lotta alla mafia alla lotta al fascismo il passaggio (incoerente) è breve per certi giornalisti, c’è spazio anche l’esperto di “karma” Paolo Berizzi e per la sua opera “Educazione di un fascista”. Non a caso, l’ultimo comunicato dell’Associazione esprime supporto all’iniziativa Fnsi per i “cronisti minacciati dagli squadristi”.

Nella giuria del “talent” il solito giro di amici

E ora veniamo al “talent antimafia” della Angeli: è appena alla seconda edizione, anche se “mamma” Repubblica parla di “adesioni record”. Il primo premio prevede una somma di denaro (non specificata) e la tessera dell’Associazione #Noi. Della giuria fanno parte personaggi illustri del mondo dello spettacolo e della cultura che, per coincidenza, sono il solito circolo di amici e sodali della Angeli stessa. Quest’anno a giudicare i ragazzi che del talent vi sono, tra gli altri, l’attrice Claudia Gerini (che ha interpretato il ruolo della giornalista nel film flop “A mano disarmata”) il cantautore Giovanni Caccamo (che ha scritto per Emma Marrone un pezzo intitolato, prevedibilmente, “A mano disarmata”), l’attrice Emanuela Fanelli (sempre nel cast del film sulla Angeli), Tancredi Schirone, figlio della defunta giudice Simonetta D’Alessandro, colei che ha  firmato gli arresti per mafia del clan Spada, il presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra e il presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti. La Federazione Nazionale Stampa Italiana è anche uno dei finanziatori del progetto: sono loro, infatti, a “sborsare” il premio in denaro per il vincitore.

Per partecipare bisogna leggere un libro… indovinate di chi?

Per rimanere sul tema “culto della personalità” ecco a voi, direttamente dal bando riservato alle scuole, quello che è il requisito principale per partecipare al “Talent”: “Gli studenti delle classi che aderiranno al progetto dovranno leggere il libro “Il gioco di Lollo” (Baldini+Castoldi) della giornalista Federica Angeli (…). Seguirà incontro dibattito con l’autrice in cui gli studenti potranno approfondire la tematica. La casa editrice Baldini+Castoldi fornirà agli studenti, per acquisto minimo di 30 copie, il libro con sconto pari al 30% sul prezzo di copertina (prezzo singola copia con sconto pari a 12.60€). Le spese di spedizione saranno a carico dell’editore”.  Di tanti libri sul tema da far leggere a giovani virgulti, sempre per mera coincidenza, c’è solo quello della Angeli (con lo sconto). Si potrebbe opinare che la scelta del libro sia connessa al territorio, ma il bando è rivolto alle scuole di tutto il Lazio, anche a quelle di zone che con il clan degli Spada hanno poco a che fare e combattono con le infiltrazioni della camorra. Insomma, tutto il meccanismo dell’Associazione #Noi e del relativo “talent” che entra anche nelle scuole, al suo centro più che la lotta alla criminalità organizzata sembra avere proprio Federica Angeli.

Nadia Vandelli

Commenta