Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parigi, 4 dic – Sono pesanti gli scontri verificatisi a Parigi tra la polizia e i manifestanti africani che avevano indetto, alla stazione Gare du Nord, una protesta intitolata “Justice pour Massar”. Massar era un giovane spagnolo di origine camerunense, morto dopo essere stato arrestato il mese scorso proprio nella stazione ferroviaria parigina per traffico di stupefacenti.

Il sospetto dei manifestanti è che il giovane sia morto in seguito alle botte che gli agenti gli hanno inferto e che Massar era solo uno dei nomi di una lunga lista di persone che la polizia francese ha ucciso. Le vere ragioni della morte, però, sono sconosciute. I medici affermano che la morte sia sopraggiunta per un attacco cardiaco, anche se non si sa da cosa tale attacco sia stato provocato.

Per contrastare la furia degli africani, che si sono scagliati contro la polizia, gli agenti hanno usato spray al peperoncino e hanno a fatica spinto la folla inferocita fuori dalla stazione.

Vi mostriamo le terribili immagini della protesta, che ha paralizzato la stazione e spaventato i passeggeri in transito





La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Dobbiamo ringraziare i buonoidi che non gli hanno spiegato che in Europa se si ritiene vittime di ingiustizie ci si rivolge ad un avvocato. Nulla da fare, vogliono essere intoccabili.

  2. I francesi accoglioni meritano tutto questo ed altro. Mi dispiace solo per quelli che sono costretti a subire l’idiozia dei connazionali

Commenta