Il Primato Nazionale mensile in edicola

Damasco, 16 dic – Un campo profughi come copertura per addestrare jihadisti di Al-Nusra ed ex miliziani dell’Isis ed inquadrarli tra le fila del “Nuovo esercito siriano”. A denunciarlo la Russia, che in comunicato del Centro per la riconciliazione in Siria accusa gli Stati Uniti di sostenere l’iniziativa, foraggiando così per procura una nuova offensiva contro l’esercito di Damasco.

Il campo si trova ad Hasakah, nel nordest del Paese: “Secondo i profughi che ritornano a casa la coalizione internazionale sta usando quel campo da oltre sei mesi come un centro di addestramento per miliziani che arrivano da vari distretti. La maggior parte erano membri dei gruppi terroristici sconfitti dalle forze governative siriane: Isis e Jabat al-Nusra”, spiega il ministero della Difesa russo. Sempre secondo fonti di Mosca, nel campo alloggiano ad oggi “circa 750 miliziani, arrivati da Raqqa, Deir ez-Zour, Abu Kamal e dalle zone orientali dell’Eufrate”. Oltre la metà di essi sarebbero ex membri dell’Isis.

Stando alle testimonianze raccolte, il campo di addestramento sarebbe “operativo da un anno e mezzo, con terroristi o ex terroristi provenienti da diverse parti della Siria”, sottolinea il Centro per la riconciliazione, denunciando il tentativo di costituire con questi “riciclati” una nuova formazione, che prenderebbe il nome di “New Syrian Army”, da dislocare nel sud della Siria (in prossimità del confine della Giordania alleata degli Usa) con lo scopo di proseguire la guerra contro Assad.

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. USA, furfanti e banditi sempre e comunque..Hanno massacrato interi popoli e continuano nella loro missione mosaica…

Commenta