Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 22 set – Cinque adulti nudi che mostrano i propri genitali e le proprie imperfezioni fisiche a un pubblico di bambini di età compresa tra gli 11 e i 13 anni. Non succede – stranamente – su Netflix, ma alla tv danese, durante la trasmissione Ultra strip down, in questi giorni al centro di una polemica internazionale dopo la diffusione sui social media di un clip video dello «spettacolo». Nel filmato, diventato virale su Twitter, sono visibili cinque adulti, completamente nudi di fronte a un pubblico di bambini, mentre rispondono alle domande dei piccoli su una serie di argomenti riguardanti il proprio aspetto fisico. In ogni puntata gli ospiti adulti sono tenuti a rispondere a qualsiasi domanda che i bambini rivolgono loro, comprese quelle sui propri genitali. Immancabile tra gli ospiti anche una persona transgender che spiega: «[non sono] un ragazzo, non una ragazza, sono un po’ di tutto».

Il creatore della serie si difende dalle critiche affermando che lo scopo della trasmissione è quello di «insegnare ai bambini a pensare positivamente dell’immagine corporea propria e altrui, accettandola qualunque essa sia». E a quanto pare i danesi apprezzano, perché la trasmissione ha anche vinto numerosi premi al festival televisivo danese e ha ricevuto ampi consensi dalla critica nazionale. Il presentatore della trasmissione, Jannik Schow, è convinto dell’assoluta validità dello show: «Forse alcune persone pensano “Oh, mio ​​Dio, stanno combinando nudità e bambini”, ma questo non ha nulla a che fare con il sesso, si tratta di vedere il corpo umano in modo naturale, come fanno i bambini», ha detto.

Non tutti, però, plaudono l’iniziativa che eufemisticamente potremmo chiamare «discutibile». L’attivista conservatrice africana Obianuju Ekeocha, per esempio, ha twittato: «Lo spettacolo afferma di voler insegnare ai bambini dell’esistenza delle diverse tipologie corporee, esponendoli alla vista di adulti nudi. Perché? Perché in questo momento ci sono così tante persone impegnate a distruggere la psiche dei bambini?».

Cristina Gauri

18 Commenti

  1. In Danimarca, Svezia, Norvegia eccetera la gente è abituata a non avere pudori riguardo al proprio corpo, tutti fanno il bagno insieme nudi nei laghi oppure in sauna. E il pubblico non è formato da “bambini”, ma da PREADOLESCENTI tra gli 11 e i 13 anni, abituati a prendere lezioni di educazione sessuale a scuola fin dalle elementari. Ma come sempre la plebaglia cattobigotta italiota si scandalizza sul nulla. 😀

    • L’educazione sessuale nelle scuole serve proprio a rendere i nostri giovani sempre più ipersessuali. Ecco perché non va mai introdotta.

      • Se lo dici tu, genio… Intanto però nei Paesi scandinavi e dintorni il numero di ragazze madri è quasi a zero, mentre qui non sono ancora capaci di usare un preservativo. Tornatene al family day, lol

    • Le persone adulte normali nei paesi occidentali ai loro figli di 11, 12 e 13 anni non insegnano quando è bello fare il bagno tutti nudi assieme e non vanno in giro nudi per casa per farsi vedere dai loro figli preadoloscenti, e non è vero niente che nei paesi del Nord Europa la maggior parte dei genitori di figli di 11, 12 e 13 anni fanno questo genere di cose, queste sono solo sue invenzioni per gettare fango sugli italiani, in altre parole:

      Và a ciapà i ratt !!!

        • “Intanto però nei Paesi scandinavi e dintorni il numero di ragazze madri è quasi a zero, mentre qui non sono ancora capaci di usare un preservativo”, Saki Sanobashi

          Abbiamo qui un grande inventore di statistiche fasulle sui paesi scandinavi per giustificare il suo buttare fango fasullo sugli italiani, proprio un lord scandinavo…..

          Prima Parte.

          Comunque, queste le statistiche a livello mondiale su genitori single con figli a carico.

          December 12, 2019

          “U.S. has world’s highest rate of children living in single-parent households”

          by Stephanie Kramer for PEW Research Centre.

          https://www.pewresearch.org/fact-tank/2019/12/12/u-s-children-more-likely-than-children-in-other-countries-to-live-with-just-one-parent/

          Come ben si vede, gli USA sono N 1 al mondo al 22%, da notare anche che gli USA sono N 1 al mondo per sesso illegale con minorenni, la Danimarca è al 17%, per niente una buona posizione se si parte dal presupposto fasullo come il tuo che in paesi del genere le ragazze madri sono quasi inesistenti.

          Breve commento.

          Con le battute da bar sport come le tue si può dire tutto e il contrario di tutto, quello che conta invece sono i fatti nudi e crudi derivanti da statistiche ben fatte che molto spesso fanno a pezzi qualsiasi battuta da bar sport.

          PS la seconda e terza parte più tardi, magari stasera.

  2. Fa tutto parte del progetto di sdoganamento della pedofilia che a breve, verrà propagandata come “relazione intergenerazionale”. Ne ha accennato anche il noto tradizionista (e pluri-censurato) Marco Cosmo sul canale YouTube del Decimo Toro 2.

      • Saki sei un buon troll, e mi hai fatto ridere un po.
        Sull’argomento ti suggerirei di leggerti Elementi di critica omosessuale del vostro amico Mieli. Lui era a favore della pedofilia e lo scrisse in questo libro, poi ci sono vari autori stranieri sempre di sinistra che parlano a favore della pedofilia. Poi se vuoi continuare a vivere in un mondo di sogni, continua pure a leggere manga.

        In Italia tutto il “buonismo” e lo schifo che c’è viene proprio dai quei paesi scandinavi.

      • Saki Sanobashi/No Longer Human/Shutuphuman o come preferite farvi chiamare: il vostro infantile sarcasmo vi qualifica unicamente per ciò che siete…

        Siccome ho compassione di voi, vi faccio sapere di aver girato mezza Europa da Nord a Sud e da Est a Ovest; sono stato in Svezia due volte, Paese che ho avuto modo di girare da Trelleborg a Örebro e provincia, ospite di famiglie svedesi e non ho mai visto gente che girava nuda per casa o riviste pornografiche date a bambini di 5 anni e/o le cose che descrivete voi, tutti luoghi comuni, cose per lo più ascrivibili a ben determinati àmbiti…”hippie” o nudisti.

        Quella oscena trasmissione della TV danese (altro Paese da me visitato) non ha altro scopo se non quello di abituare i bambini all’accettazione del corpo nudo di un adulto, dato che qualsiasi bambino/a scopre il PROPRIO corpo, nel tempo, da sé stesso/a. Si tratta di una presa di coscienza di carattere intimo e che non deve certo essere forzata per poter soddisfare le turpi e insane voglie di quale malato di mente.

        I “pre-adolescenti”, così come li definite voi, sono dei bambini a tutti gli effetti, in quanto, per l’appunto, PRE-adolescenti. Il problema della pedofilia è serio e molto grave. Eviterei di scherzarci su. Ma non vi preoccupate: con la progressiva islamizzazione dei Paesi scandinavi, presto anche questo problema verrà risolto.

    • Ed ecco qui l’ennesimo plurilaureato in Googlologia, Youtubelogia e Facebooklogia alla famosa Università della Vita. 😀

  3. C’è del marcio in Danimarca .

    Al commentatore pro-pedofili , ed ai suoi simili :

    Ehm , quale sarebbe la Superiorità Nordica rispetto a noi ???? nazista ???? O pensa che
    stare a culo nudo sia una cosa intelligente ??? A parte la scarsa igiene del non indossare abbigliamento intimo …. manco hanno i bidè quindi je puzza er culo ….

    Sboldrino ? , piace il negro che gira nudo e si fa le seghe davanti a donne e bambini ???

    Poi quanto affermato da Suki S. (SS un caso?) sulle ragazze madri …. SICURO ??? comunque , si legga anche le statistiche sui suicidi … per esempio …

    Alcuni amici andavano in “pellegrinaggio” in svezia ,perché là “la davano via” ….
    io ho conosciuto diverse nordiche qui in Italia ,,,, pellegrinaggio al contrario ? Ma ho sempre preferito le
    ITALIANE , con un apprezzamento per le Tedesche .

    Per quanto riguarda gli SCHIFOSI PEDOFILI dell’ articolo …. CASTRAZIONE !
    Pensate facciano schifo solo i pretacci ??? perché ??? qual è la DIFFERENZA ??

    a meno che a qualcuno …. “piacciano” i ragazzini di 11/13 anni ….

  4. @Saki Sanobashi

    “Se lo dici tu, genio… Intanto però nei Paesi scandinavi e dintorni il numero di ragazze madri è quasi a zero, mentre qui non sono ancora capaci di usare un preservativo.”, Saki Sanobashi

    1. Premessa.

    Ti ho risposto con un post, finora non pubblicato, che mette in evidenza delle statistiche ben fatte a livello mondiale, elaborate da “PEW Research Centre”, sulla percentuale di genitori single, gli USA N 1 al mondo con il 22% e la Danimarca al 17% che non è affatto un buon risultato se uno parte da un presupposto fasullo come il tuo che le ragazze madri in Danimarca sono quasi inesistenti.

    Questa era la prima parte della mia risposta, finora non pubblicata, veniamo alla seconda parte.

    2. Seconda Parte.

    “Number of single mothers in Denmark from 2015 to 2020, by number of children”

    https://www.statista.com/statistics/781463/number-of-single-mothers-with-children-in-denmark-by-number-of-children/

    Come ben si può vedere nel 2018 le madri single in Danimarca ammontano a 114.938, di cui addirittura 88 madri single con sei figli minorenni a carico conviventi e ben 48 madri single con 7 e più figli minorenni a carico conviventi.

    La popolazione della Danimarca ammonta a circa 5Milioni781Mila nel 2018.

    In Italia, nel 2018, le madri single ammontano a 893Mila.

    La popolazione dell’Italia ammontava a circa 60Milioni359Mila nel 2018.

    Quindi, l’Italia in proporzione ha ben un quarto di madri single in meno rispetto alla Danimarca.

    Riferimenti, per trovarli, scrivere le seguenti parole chiave:

    Pagella Politica it dichiarazioni 8053 quante sono le madri single in italia

    2A. Calcoli.

    Popolazione Italia : Popolazione Danimarca = 10,44

    Ipotesi che nel 2018 l’Italia in proporzione rispecchi la stessa identica situazione della Danimarca sulle madri single:

    10,44 x 114.938 ( madri single in Danimarca nel 2018 ) = 1.200.059, che sarebbero le madri single che in Italia ci dovrebbero essere se in proporzione ci fosse la stessa identica situazione che c’è in Danimarca.

    Ma nel 2018, le madri single effettive in Italia ammontano a 893 mila che rappresentano precisamente il 25,59% in meno rispetto a una situazione ipotetica identica alla Danimarca.

    3. Conclusione.

    Questi sono i fatti nudi e crudi, il resto sono sempre chiacchiere da bar sport come già evidenziato nel primo post di risposta finora non pubblicato.

    PS la terza ed ultima parte nel prossimo post.

  5. @Saki Sanobashi

    “Se lo dici tu, genio… Intanto però nei Paesi scandinavi e dintorni il numero di ragazze madri è quasi a zero, mentre qui non sono ancora capaci di usare un preservativo.”, Saki Sanobashi

    1. Terza ed Ultima Parte.

    Ignorantemente tutto tronfio affermavi la quasi inesistenza di ragazze madri nel paesi scandinavi e il mio primo e secondo post hanno dimostrato chiaramente che erano solo tue invenzioni da bar sport, ma questo si deve anche al fatto che a monte ignori tronfiamente il parere di psicologi professionisti nel rapporto fra nudità dei genitori e nudità dei loro figli, ecco qui una breve autorevole lezione.

    “E’ giusto fare il bagno con i propri figli piccoli? Se si, fino a che età?”

    Maggio 2017

    https://www.prontoconsiglio.it/e-giusto-fare-il-bagno-con-i-propri-figli-piccoli-se-si-fino-a-che-eta/

    In particolare il seguente significativo passaggio finale:

    “Gli psicologi, però, evidenziano che a partire dai 6 anni sia necessario portare il bambino alla autonomia anche nella fase della pulizia personale, abituandolo piano piano alla completa autonomia e facendogli comprendere l’importanza ed il valore della riservatezza e della intimità.”

    E gli psicologici professionisti che hanno dato questo loro parere non sono in nessun modo dei cattolici bigotti bensì hanno studiato sodo psicologia, lavorano sodo in ambito psicologico nelle varie specializzazioni e per la maggior parte sono laici.

    2. Commento finale.

    Smontate le vulgate propagandistiche sui paesi scandinavi e la relativa arroganza dell’ignoranza che purtroppo è alimentata dall’ Infotainment ( Informazione Spettacolo ) che su TV e giornaloni è martellante e continuo dove va anche di moda che il pennivendolo/politicante di turno vince il pseudo dibattito con una battuta da bar sport e poi la gente a pappagallo li imita sparando boiate pazzesche, una delle tante conseguenze negative della “Società dello Spettacolo” di matrice americana, chissà come mai….

    TheTruthSeeker

  6. The Truth Seeker… Te la appoggio! Queste paranoie nordiche mi sanno molto di finestra di Overton, per sdoganare la pedofilia e l’esibizionismo: nessuno sano di mente, mostrerebbe i genitali a bambini (giustamente) curiosi. Queste cose richiedono tempo, pazienza e delicatezza: per questo ci sono il babbo e la mamma, che devono precedere gli immancabili amici più maliziosi e, specialmente, i porci pedofili! CASTRAZIONE CHIMICA! Che sembra chissà che, ma é una pillola…

Commenta