Il Primato Nazionale mensile in edicola

Teheran, 11 gen – Hassan Rohani, presidente iraniano, infine ammette con un post su Twitter la responsabilità delle Forze armate iraniane nell’abbattimento del volo civile che ha causato 176 vittime. “Missili lanciati a causa di un errore umano” scrive Rohani.



Rohani: “Indagini continueranno”

“L’indagine interna delle forze armate ha concluso che i missili purtroppo lanciati a causa di un errore umano hanno causato l’orribile incidente dell’aereo ucraino e la morte di 176 persone innocenti” ha scritto oggi Rohani su Twitter. “Le indagini continueranno per identificare e perseguire questa grande tragedia e un errore imperdonabile”.

Black Brain

“Militari in stato di allerta massima”

Lo Stato maggiore delle Forze Armate di Teheran, come riporta Adnkronos, nell’ammettere la causa dell’abbattimento del Boeing 737 dell’Ukraine International Airlines, sostiene che ”i responsabili verranno portati immediatamente davanti alla giustizia militare” per essere puniti. I militari, secondo quanto riporta il comunicato, erano ”in stato di allerta massima” dopo l’uccisione del generale Soleimani a Baghdad.

Zarif: “Errore causato da avventurismo Usa”

“Una giornata triste” scrive il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif. “Le conclusioni preliminari delle indagini interne delle forze armate sono che l’errore umano al momento della crisi causato dall’avventurismo statunitense ha portato al disastro” del volo aereo dell’Ukranian airlines. “Le nostre più profonde scuse e condoglianze al nostro popolo, alle famiglie di tutte le vittime e alle altre nazioni colpite” conclude ancora Zarif su Twitter.

Le accuse di Trudeau

Questa prima ammissione di responsabilità perviene dopo l’iniziale negazione delle autorità iraniane di un coinvolgimento di missili militari; Justin Trudeau, premier del Canada (nazione dal quale provenivano 57 delle 176 vittime del disastro) era stato il primo ad attribuire all’Iran la responsabilità di quanto accaduto. Ali Abedzadeh, capo dell’aviazione civile iraniana aveva respinto le accuse dicendosi certo che il volo della Ukranian airlines non fosse stato abbattuto da un missile, dichiarando: “Confermiamo che l’aereo è stato in fiamme per 60-70 secondi, ma dire che è stato colpito non può essere corretto sul piano scientifico”.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Ribadisco, avrei voluto vedere altri “paesi” (vanno bene le virgolette?!), saper ammettere così lo sbaglio…. Qualcuno dimentica la vergogna “paesana” di Ustica sino… alla nobiltà “imperiale” di Federico II°! Altrimenti lasciate a personaggi come Conte far la differenza…
    L’ Iran di oggi si è ben allontanata da Khomeini. Sembrano restare solo residui onorevoli…, ma non sono il tutto.

Commenta