Roma, 6 nov – Grave incidente aereo in Africa. Un aereo passeggeri della Tanzania, appartenente alla flotta della Precision Air, è precipitato nel lago Vittoria vicino alla città nord-occidentale di Bukoba. Secondo i media locali, al momento più di 20 dei 43 passeggeri presenti a bordo, sono stati salvati, ma le cifre non sono ancora state confermate ufficialmente. Sul posto sono intervenuti i soccorritori e i pescatori locali alla ricerca dei sopravvissuti. Il volo Precision Air stava andando dalla città più grande della Tanzania, Das es Salaam, a Bukoba, via Mwanza, quando, secondo quanto riferito, ha incontrato una tempesta e forti piogge. Precision Air è la più grande compagnia aerea privata della Tanzania.

L’aereo si stava apprestando all’atterraggio

Le foto diffuse dai media mostrano l’aereo quasi completamente sommerso con solo la pinna caudale marrone e verde sopra l’acqua, circondato da soccorritori e barche da pesca. Un’estremità della pista dell’aeroporto di Bukoba, dove l’aereo dove l’aereo avrebbe dovuto svolgere lo sfortunato atterraggio, si trova proprio accanto alla riva del Lago Vittoria, il lago più grande dell’Africa. Secondo un tempestivo servizio giornalistico dell’agenzia di stampa araba Al Jazeera, tra le 43 persone a bordo, 39 erano passeggeri, mentre c’erano due piloti e due membri dell’equipaggio. Di tutte le 43 persone, 26 sono state soccorse e trasportate in ospedale. Inoltre, la squadra di soccorso sta comunicando con il pilota durante lo svolgimento delle operazioni di soccorso. I rapporti hanno citato gli ufficiali dicendo: “tutto è sotto controllo”.

Il rammarico del presidente della Tanzania

Esprimendo le sue condoglianze per l’incidente, il presidente della Tanzania, Samia Suluhu, ha twittato: “Ho ricevuto con rammarico le informazioni sull’incidente aereo della Precision Corporation nel lago Victoria, nella regione di Kagera. Mando le mie condoglianze a tutte le persone colpite da questo incidente. Continuiamo a restare calmi mentre le operazioni di soccorso continuano mentre chiediamo ad Allah di aiutarci”.

Andrea Bonazza

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta