Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 22 ago – Almeno 20 persone sono morte negli ultimi sette giorni all’interno e nei pressi dell’aeroporto di Kabul durante le operazioni di evacuazione: lo dichiarano fonti Nato. A riportarlo è Sky News su Twitter. Dal canto loro, i talebani – che controllano l’Afghanistan – incolpano gli Stati Uniti per le vittime: “Sono i responsabili del caos all’aeroporto”.



Nato: “In 7 giorni all’aeroporto di Kabul 20 morti”

E se secondo la Nato in 7 giorni ci sono stati 20 morti, almeno sette persone sono morte nelle ultime ore. Sempre durante i tentativi da parte della popolazione di lasciare il Paese dopo la conquista dei talebani. Lo conferma il governo britannico, spiegando in un comunicato che “le condizioni sul campo rimangono estremamente difficili. Ma stiamo facendo tutto il possibile per gestire la situazione nel modo più sicuro possibile”.

Ieri l’ambasciata degli Stati Uniti in Afghanistan ha consigliato ai cittadini Usa di evitare di recarsi all’aeroporto. Questo a causa di “potenziali minacce alla sicurezza” dopo che migliaia di persone hanno tentato un nuovo ingresso in aeroporto, spaventate dagli spari che si sentivano costantemente intorno alla struttura. A preoccupare gli Usa è la possibilità di attentati da parte dell’Isis.

Talebani: “Usa responsabili del caos”

L’America, con tutta la sua forza e le sue strutture, non è riuscita a portare l’ordine all’aeroporto. C’è pace e calma in tutto il Paese, ma c’è caos solo all’aeroporto di Kabul“. Così l’esponente talebano Amir Khan Mutaqi, citato dall’agenzia di stampa Sputnik, punta il dito contro i militari Usa. Intanto a quanto pare l’aeroporto della capitale afghana resterà chiuso per 48 ore per evacuare tutti coloro che si trovano già all’interno del suo territorio. Lo riferisce l’agenzia Khaama Press con riferimento al Dipartimento di Stato Usa.

Onu: “Rischio catastrofe assoluta”

Intanto Mary-Ellen McGroarty, direttrice nazionale per l’Afghanistan del Programma alimentare mondiale Onu, al quotidiano britannico ObserverGuardian ha dichiarato che “l’Afghanistan affronterà una ‘catastrofe assoluta’ con fame diffusa, persone senza casa e collasso economico a meno che non venga concordato un urgente sforzo umanitario sulla scia del ritiro dal Paese degli Stati Uniti”. E’ dunque fondamentale un’azione coordinata e rapida, avverte la funzionaria Onu. “Altrimenti, una situazione già orrenda diventerà solo una catastrofe assoluta, un completo disastro umanitario”, ribadisce la McGroarty.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta