Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 16 lug – Un alluvione devastante quella che ha colpito Germania e Belgio. Nel primo caso è salito ancora il drammatico bilancio delle vittime: almeno 81 morti. Spaventoso anche il numero dei dispersi: 1.300 persone irreperibili nella circoscrizione di Bad Neuahr-Ahrweiler, nella Renania-Palatinato. Le autorità del Lander più devastato dall’alluvione specificano che in quell’area le vittime sono 50. “Il numero delle vittime è salito a 50”, mentre ieri se ne contavano 28, fa sapere il portavoce del ministero dell’Interno della regione, Timo Haungs.



Alluvione in Germania, una catastrofe senza precedenti

Si conserva però la speranza di ritrovare vivi i dispersi, quantomeno la gran parte di loro. Perché come ha dichiarato all’Ansa una portavoce delle autorità locali “la rete di telefonia mobile è in tilt, e dunque molte persone non riescono a raggiungere i propri parenti“. Purtroppo è quindi probabile che vi siano altri morti, ma è altrettanto possibile che molte persone disperse semplicemente non riescano a comunicare in questo momento. Sta di fatto che due giorni di pioggia incessante hanno generato in Germania una catastrofe senza precedenti. La cancelliera Angela Merkel ieri non ha esitato a definirla tale: “Sono sconvolta, è una catastrofe”. Qualcuno l’ha già definita “l’inondazione del secolo”, che sta mettendo in ginocchio i Lander occidentali del Nordreno-Vestfalia e della Renania-Palatinato.

Belgio, drammatico bilancio: 12 morti e 5 dispersi

Enormi masse d’acqua riversatisi nelle strade e nelle abitazioni dei cittadini. La forza dell’acqua ha trascinato via decine di auto e case. Qualcuno è stato costretto a rifugiarsi sugli alberi, per sfuggire alla furia distruttiva dei corsi d’acqua esondati. Il maltempo però non ha colpito soltanto la Germania. Diverse alluvioni si sono verificate difatti anche in Olanda e Lussemburgo. E poi in Belgio, dove purtroppo si contano morti (12) e dispersi (5). La gran parte delle vittime è segnalata nella provincia di Liegi, con il centro città evacuato nella serata di ieri perché si temeva lo straripamento della Mosa. Più di 20mila persone in Belgio sono senza corrente elettrica.

Alessandro Della Guglia

 



La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta