Il Primato Nazionale mensile in edicola

Mosca, 1 ago – Paura nel tribunale regionale di Mosca, dove una sparatoria ha provocato almeno tre morti. Non si tratterebbe di terrorismo. Il fatto è avvenuto nel corso di un processo a una pericolosa banda criminale, la Gta Gang. Secondo le prime ricostruzioni alcuni imputati avrebbero approfittato di un momento di distrazione dei due agenti che li scortavano durante il trasferimento in ascensore e li avrebbero attaccati, afferrando uno di loro alla gola nel tentativo di strozzarlo e strappando loro la pistola.



Arrivati al terzo piano del palazzo che ospita il Tribunale avrebbero tentato la fuga, ma nel corso dello scontro a fuoco con gli agenti della Guardia Nazionale Russa tre assalitori sarebbero morti sul colpo. Nella sparatoria sono rimasti feriti anche un agente della guardia nazionale e due poliziotti. Secondo alcune fonti ci sarebbero feriti anche tra gli impiegati del tribunale.

La Gta Gang, che è stata così chiamata dagli inquirenti, prendendo a prestito il nome del videogioco Grand Theft Auto, era specializzata negli assalti agli automobilisti. Tra il 2012 e il 2014, periodo in cui sono entrati maggiormente in azione, per far fermare gli automobilisti da derubare e poi uccidere, i membri della banda cospargevano le strade di chiodi. In tutto sono accusati di aver compiuto 17 omicidi e due tentati omicidi, a Mosca e nella regione di Kaluga.

Le notizie arrivate da Mosca sono confuse, a partire dal numero dei morti. C’è chi dice siano tre, chi dice quattro. Altri dicono cinque, più due arrestati. A seconda delle fonti si parla di cinque, nove o undici assalitori, tutti imputati, che stavano per essere trasferite dagli agenti. Ad aprire il fuoco per primo sarebbe stato uno degli imputati e alcuni testimoni hanno riferito di aver udito almeno una ventina di spari. L’intero palazzo del tribunale è stato evacuato.



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta