Il Primato Nazionale mensile in edicola

Minneapolis, 28 mag – A Minneapolis oggi ancora divampano gli incendi e il centro cittadino è avvolto dal fumo che esala dopo la seconda notte di violente proteste per la morte di un uomo di colore, George Floyd, che secondo i manifestanti è stato ucciso dalla Polizia. Quattro agenti sono stati licenziati dopo la morte dell’uomo e il video che lo ritrae schiacciato sotto il peso del ginocchio di uno di loro è diventato tristemente virale.

Colpi di arma da fuoco negli scontri

Mercoledì un altro uomo è stato trovato morto su un marciapiede. La polizia, che ha è accorsa dopo la segnalazione nell’area di Bloomington e Lake Street, ha dichiarato che la chiamata iniziale era stata una pugnalata, ma la ferita è risultata essere stata inferta da un colpo di pistola. L’uomo, che non è ancoara stato identificato, è stato dichiarato morto in un ospedale locale. Lo Star Tribune ha riferito che  almeno cinque persone sono state colpite da spari durante la notte. Nel caso della morte dell’uomo, il giornale ritiene che sia stato ucciso quando il proprietario di un banco dei pegni ha aperto il fuoco su chi stava cercando di assalire il suo negozio. E’ stata aperta un’inchiesta per omicidio.

Rabbia e saccheggi

Le manifestazioni ono scoppiate nel primo pomeriggio di mercoledì nella parte meridionale di Minneapolis, dove George Floyd, 46 anni, è morto nel giorno del Memorial Day dopo che un ufficiale si è inginocchiato sul suo collo. Un filmato mostrava manifestanti che riempivano le strade, alcuni che correvano dentro e fuori dai negozi vicini. Alcuni supermercati delle maggiori catene e un negozio di ricambi auto mostravano segni di danni e saccheggi. Mentre l’oscurità calava, un incendio è scoppiato nel negozio di ricambi auto prima che i manifestanti accendessero altri fuochi sulla strada.

Ilaria Paoletti

2 Commenti

  1. La tecnica del ginocchio sul soggetto da arrestare è CORRETTA …..
    stranamente i “contestatori” , visto che il criminale era un Bongo …. si sono dati al SACCHEGGIO …. strana forma di protesta …. non certo da ML King …. e manco da Malcom X , più simile alle proteste nelle nostre carceri , quindi simil Mafia , Camorra e ‘Ndrangheta !!!!!