Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 25 set – Si profila una nuova crisi diplomatica tra Italia e Francia dopo che Parigi ha respinto l’Aquarius ma al contempo ha attaccato il governo italiano perché non la fa attraccare. La nave della Ong Sos Méditerranée con 58 immigrati irregolari a bordo non può attraccare nel porto di Marsiglia. Perché, sostiene Parigi, la nave “deve attraccare nel porto più vicino”, “che non è Marsiglia. La Francia – spiega il governo – si assume le sue responsabilità accogliendo una quota di rifugiati, ma “dobbiamo dire no alla migrazione economica”. Poi però Parigi torna ad attaccare Roma. Dopo che il presidente francese, Emmanuel Macron, a giugno aveva definito il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e il governo italiano “cinici e irresponsabili”, con il portavoce di En Marche, Gabriel Attal, che aveva rincarato la dose dicendo che il blocco dei porti alle navi delle Ong era “vomitevole”, arriva un’altra bordata. “L’idea di chiudere i propri porti a delle persone in pericolo è contrario al diritto, è contrario all’umanità“. Parola del ministro per gli Affari Europei, Nathalie Loiseau, intervistata da Sud radio. Oggi “l’Europa è dieci volte più solidale di quanto non lo fosse in precedenza – sostiene il ministro francese – È il motivo per cui ridiciamo all’Italia che l’idea di chiudere i propri porti a delle persone in pericolo è contrario al diritto, è contrario all’umanità”.
Altri attacchi arrivano sempre da En Marche, con il deputato Said Ahamada, intervistato in diretta su Bfm tv, che ha dichiarato: “Se l’Italia vuole continuare a far parte dell’Europa deve rispettare le regole. Il diritto marittimo internazionale si applica alla Francia, ma anche all’Italia. Dei Paesi sovrani non possono ignorare le regole comuni solo perché si sono svegliati un giorno e hanno deciso così”.
Da quale pulpito arriva la predica, insomma. Se è l’Italia a rifiutare gli attracchi è disumana. Se lo fa la Francia è in ossequio delle norme comunitarie.
Adolfo Spezzaferro

Sangue di Enea Ritter

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Ma guarda abbiamo scoperto che l’ Europa è la Francia e che solo perché lo dicono i francesi dovremmo portarci a casa i delinquenti di mezzo mondo. I francesi e micron pensassero a casa loro che quando pensano a casa degli altri più che disastri non fanno ( vedi Libia )

Commenta